Maurizio Martinelli e il suo album I dettagli di un giorno (intervista)“Ti disegno come fossi il contorno di una follia…”. Come uno dei versi del brano I dettagli di un giorno, emerge la ‘follia’ di un uomo, quella di Maurizio Martinelli, che sceglie di mettersi in gioco, in un contesto che conosce benissimo, ma sotto una nuova veste.

Maurizio Martinelli, direttore artistico di Radio Italia ANNI ’60, che fin da giovanissimo ha frequentato il mondo della musica, ha deciso di lanciarsi in una nuova grande avventura. Le sue emozioni, i suoi pensieri e le sue riflessioni diventano parte integrante del testo di una canzone, prologo del suo primo album che uscirà il prossimo 25 ottobre: “I dettagli di un giorno”.

Maurizio cosa o chi ti ha spinto a cimentarti come cantautore?

Sono stato spronato da amici musicisti e operatori del settore. Non ho mai avuto il coraggio di farlo prima, ma superati i cinquant’anni ho deciso di uscire allo scoperto, di andare in trincea e presentarmi al pubblico come cantautore.

Incidere un disco era un tuo sogno da sempre. Cosa ti ha bloccato finora? La paura? Gli impegni?

No! Nulla di tutto questo. Probabilmente solo un senso di profondo rispetto verso gli artisti che da sempre ho nel cuore e che ho avuto modo di conoscere e frequentare in questi anni. Oggi, con grande gioia, posso dire che un progetto cominciato per gioco è diventato una straordinaria realtà.

Parlaci del tuo album.

In questo album ho voluto raccontare gli attimi della nostra quotidianità, la vita e gli umori, gli affetti e i difetti, le speranze e i sogni, le paure e gli alibi, le amicizie e le passioni, le idee del momento e le rinunce. In questi 11 brani ci sono tutte le musicali che hanno influenzato la mia vita e il mio percorso personale.

I dettagli di un giorno, brano eponimo, è anche un videoclip, per la regia di Michele Vitiello, che tratteggia un vero e proprio ritratto espressivo del cantautore: il pianoforte e il mare sono i punti cardinali, spunti autobiografici per questo magnifico brano scritto con la collaborazione con l’amico Niccolò Carosi. La fotografia è diretta da Enrico Petrelli e il montaggio da Damiano Punzi.

Vi anticipiamo le prime tre date di Maurizio Martinelli: il 20 ottobre a Porta d’Orvieto, il 28 al Teatro Arciliuto di Roma e il 16 novembre al Traffic di Roma.