Presentato all’ultima edizione della Festa del Cinema di Roma, arriva al cinema dal 16 al 18 aprile Maria by Callas: un eccezionale racconto attraverso le parole della stessa cantante e le immagini intime dei protagonisti del suo tempo. Trama, trailer e recensione in anteprima

maria by callas recensioneA quarant’anni dalla morte arriva dal 16 aprile nelle sale cinematografiche Maria by Callas, il film che celebra la divina cantante d’opera più famosa di tutti i tempi nata a New York nel 1923. La pellicola, in programmazione fino al 18 aprile, è un docufilm sulla sua vita, ricco di immagini inedite, fotografie, super8, registrazioni private, lettere e filmati d’archivio del dietro le quinte degli spettacoli per la prima volta a colori.

Maria by Callas è completamente ricostruito attraverso le sue parole e le immagini intime dei protagonisti del suo tempo. Diretto da Tom Volf, il film è quasi interamente a colori per far rinascere l’immagine della Callas e incuriosire tutte le generazioni, svelando il lato poco conosciuto dell’artista morta a Parigi a soli 53 anni.

Nel film si scopre una Maria Callas fragile, sola, incompresa contrapposta a ‘la Callas’ circondata da grandi personalità: Visconti, Pasolini, Onassis, Churchill, Marilyn, Grace Kelly, il principe Ranieri, Franco Zeffirelli, Alain Delon, Yves Saint-Laurent, Pierre Bergé, Kennedy, Liz Taylor. In particolare vengono riportati i suoi sogni di costruire una famiglia e di vivere lontano dal palcoscenico e dalle feste mondane. Obiettivo del docufilm, quindi è quello di riconciliare Maria e la Callas, la diva delle copertine patinate e degli scandali e frequentatrice del jet set.

A tutt’oggi Maria Callas resta tra gli artisti di musica classica più venduti al mondo e oggi la sua pagina Facebook ha oltre 600mila likes. Per raccogliere tutto il materiale necessario a produrre il film il regista Tom Volf ha viaggiato per tre anni in ogni angolo del mondo. Gran parte del materiale è stato utilizzato per una grande mostra fotografica organizzata a Parigi e già pre-venduta a New York e a Londra per il 2018. La colonna sonora è stata realizzata mettendo insieme registrazioni rare e inedite ottenute da nastri rimasterizzati messi a disposizione da persone vicine alla Callas o da associazioni e club dei suoi fan.

Gianluca Pacella