Stella McCartney Etica del lusso eco-sostenibile

Fonte The Guardian – Photograph: Lauren Maccabee

Si è sempre parlato molto della stilista Stella McCartney per la sua diversa concezione di tendenza. Infatti sin dalla sua collezione d’esordio si è sempre distinta per la realizzazione di capi ecosostenibili in sostegno della salvaguardia dell’ambiente. Qualche giorno fa ha anche puntualizzato che “la regola per un vestito sartoriale è non lavarlo”, riferendosi principalmente allo spreco di litri d‘acqua ed energia provocata dalla lavatrice ad ogni lavaggio.

L’ECO-SYSTEM, UN TREND SENZA TEMPO

La designer eco-friendly ha da poco lanciato la sua nuova campagna autunno inverno 2019/2020, coinvolgendo questa volta anche i membri del gruppo attivista Extinction Rebellion. Su Instagram la campagna si fa riconoscere con gli hashtag #NoPlanetB e #AgentsforChange continuando così a sostenere l’interesse verso il cambiamento climatico confermando ancora una volta la sua lotta per una moda sempre più verde.

LA BORSA STELLA MCCARTNEY AMATA DALLE CELEBRITIES

Uno degli esempi più iconici del brand Stella McCartney è sicuramente l’esclusiva borsa Falabella, progettata con pellame total green e considerata un must have da tutte le sostenitrici della moda eco-style.  Comoda, pratica e leggera, grazie alle sue tre catenelle può essere utilizzata come clutch, pochette o maxi bag. Falabella è una borsa amata da molte celebrities come Kim Kardashian e Charlize Theron che la indossano senza difficoltà anche con i figli in braccio. Sul sito di Stileo potete scoprire vari modelli della storica collezione.

ECO-FRIENDLY ANCHE IN ITALIA

Non sono soltanto gli inglesi a seguire questo concept. Anche in Italia esistono stilisti eco-friendly come ad esempio la visionaria Laura Strambi, stilista definita dai colleghi come “una persona creativa con la grande passione verso la ricerca nell’arte e nel design contemporaneo”.

I laboratori per il confezionamento e tinture dei capi provengono non a caso da tessitori d’eccellenza di Milano ed hanno un impatto ambientale praticamente nullo o molto basso, confermando così il valore del Made in Italy.

Tutti i tessuti, infatti, sono certificati e tracciabili e vengono colorati con tinture senza metalli pesanti (azo-free).

Il cotone utilizzato è invece di cotone organico 100% e viene prodotto in esclusiva per le sue collezioni.