Nel suo ultimo romanzo pubblicato da HarperCollins, “Le distrazioni”, Federica De Paolis indaga il lato oscuro della normalità attraverso il racconto della crisi di una coppia costretta a misurarsi con il peggior incubo di un genitore: la scomparsa di un figlio

Libri in valigia Le distrazioni di Federica De Paolis recensioneUna coppia in crisi alle prese con il peggior incubo di qualsiasi genitore, la scomparsa del proprio bambino, due vite da ricostruire e una quotidianità da cambiare per cercare di ritrovare sé stessi: questi gli elementi da cui prende le mosse “Le distrazioni” ultimo libro di Federica De Paolis. Un’incursione nella vita di coppia dei due protagonisti,  Viola e Paolo, usata come pretesto per raccontare il lato oscuro della normalità, scandagliando le relazioni familiari fatte di silenzi, omissioni e piccole menzogne, che riportano a galla scomode verità, mentre il tempo scorre inesorabile.

TRAMA

La vicenda narrata dall’autrice parte dal semplice movimento di staffetta fatto quotidianamente dai due protagonisti, Paolo e Viola, genitori del piccolo Elia, per alternarsi con lui ai giardinetti di quartiere senza che il bambino subisca il trauma del distacco. Ma come al solito Paolo, perennemente preso dal suo lavoro. Viola da quando ha avuto due anni prima un terribile incidente, al nono mese di gravidanza, trova estremamente irritante questo suo atteggiamento al punto che come lo vede comparire all’inizio del vialetto, non aspetta neanche che l’uomo entri nel parco, e se ne va.

Proprio in quel momento Paolo riceve una telefonata, che lo costringe a tornare urgentemente in ufficio, perché un impianto di cui è responsabile ha preso fuoco. Così Elia, che ha solo diciotto mesi, resta solo ai giardinetti. Abbandonato al suo destino. In una porzione di Roma grigia e desolata come una landa. Prima che la coppia si accorga che è scomparso passa un’ora abbondante. Poi, la consapevolezza.

Dov’è Elia? Si è solo allontanato? Qualcuno lo ha preso? Chi può essere stato? C’entrano i Rom del campo vicino? O riguarda il lavoro di Paolo, che da avvocato ha a che fare con persone influenti e corrotte? Oppure potrebbe averlo trovato Dora, l’inseparabile amica di Viola, che Paolo non sopporta?

RECENSIONE

Un racconto ad altissima tensione, che grazie a una straordinaria attenzione ai dettagli e a una stupenda costruzione narrativa che utilizza continui andirivieni tra passato e presente, ci porta a conoscere la parte più intima di Paolo e Viola permettendoci così di capire come sono cambiati a causa dei tragici eventi che hanno condizionato inesorabilmente la loro storia d’amore e come si è creato quell’incolmabile distanza siderale che caratterizza ora la loro relazione. Distanza che la nascita di Elia, nonostante lo avessero tanto desiderato, ha solo aumentato. E ora eccoli lì impegnati in una lotta contro il tempo per cercare di ritrovare non solo il bambino, ma anche loro stessi per cercare di ricucire uno strappo creato da un susseguirsi di, più o meno, involontarie distrazioni.

Una storia accattivante e travolgente che si consuma nel giro di poche ore, con la scrittura della De Paolis che scorre veloce come il tempo, trascinando il lettore in un movimento avvolgente simile a quello della macchina da presa che gira intorno ai protagonisti e allo stesso tempo torna indietro per aiutarlo a ricostruire la loro storia fino a capire ciò che li ha portati ad allontanarsi. Movimento che con l’avanzare serrato della narrazione diventa sempre più un’adrenalinica corsa in cui le pagine volano veloci verso un finale inaspettato e spiazzante a cui il lettore arriva senza fiato e facendo inevitabilmente il paragone con la sua quotidianità fatta, anch’essa, come quella dei protagonisti del romanzo, di mancanze, ricordi, traumi, distrazioni con cui imparare a fare i conti.

Un romanzo intenso da leggere tutto d’un fiato, talmente evocativo che la carta sembra lasciare il posto allo scorrere dei fotogrammi di una pellicola cinematografica, al punto che una volta arrivati all’ultima parola si ha una gran voglia di vederlo presto sul grande schermo. Assolutamente consigliato!

TITOLO: Le distrazioni
AUTRICE: Federica De Paolis
EDITORE: HarperCollins
PAGINE: 287
PREZZO DI COPERTINA: 17,50€ (16,62€ su Amazon)