La Grande Arte al Cinema, progetto originale esclusivo di Nexo Digital, torna il 26, 27 e 28 Novembre 2018, con un film evento dedicato al grande padre dell’Impressionismo, Claude Monet: Le Ninfee di Monet. Un incantesimo di acqua e luce. Trailer e recensione

Le Ninfee di Monet. Un incantesimo di acqua e luceDopo lo straordinario successo di pubblico, oltre 460 mila visitatori, della mostra del Vittoriano di Roma, Monet. Capolavori dal Musée Marmottan, il 26, 27 e 28 novembre il giardino incantato di Giverny “riapre” le porte per farci scoprire al cinema (elenco sale su ww.nexodigital.it) la natura, l’ossessione per le ninfee e il genio del capostipite dell’Impressionismo con il film evento: Le Ninfee di Monet. Un incantesimo di acqua e luce.

Un documentario che racconta la passione e l’ossessione per la pittura di uno dei più grandi artisti del nostro tempo. Monet, genio indiscusso che, con la sua arte e la sua costante ricerca di dipingere acqua, aria e luce ha personificato quello che è stato l’Impressionismo. Una ricerca quasi impossibile, ma che, grazie alle sue pennellate e al suo inconfondibile modo di mescolare i colori è diventata realtà.

Al centro del racconto la sua splendida casa di Giverny, il suo giardino ricco di fiori coloratissimi e il suo stagno, inconsapevoli fonte d’ispirazione per Claude Monet e protagonisti di tante sue opere. Un percorso che prende per mano lo spettatore e lo porta in giro da quelli che sono stati i primi momenti artistici del grande pittore per poi attraversare pian piano luci e ombre che hanno caratterizzato la sua lunga vita, proprio come i suoi amati quadri.
A guidarci in questo viaggio alla scoperta dei luoghi, delle opere e delle vicende del maestro, Elisa Lasowski (Trono di Spade Versailles) e l’emozionante colonna sonora originale firmata da Remo Anzovino.

Il film ci aiuta a scoprire come sia stata proprio la forte passione per la pittura a tenere sempre in piedi Monet, anche nei momenti più bui: per due volte vedovo, poi la perdita di un un figlio e un altro di ritorno dalla guerra. Tavolozza e pennelli sono state le armi che gli hanno impedito che la depressione prendesse il sopravvento e gli strumenti necessari per portare a termine la sua più grande opera, la Grand Décoration, anche quando la vista, che lo aveva reso famoso per la sua precisione e cura chirurgica dei dettagli, lo abbandonò quasi del tutto.

Insomma un viaggio intimo ed emozionante che fa immergere lo spettatore in quei luoghi: il Musée Marmottan, il Musée de l’Orangerie e il Musée D’Orsay. E poi ancora a Giverny con la Fondation Monet, la casa e il giardino dell’artista, e i magnifici panorami di Étretat, che hanno visto la nascita, l’evoluzione e la consacrazione del grande Monet. Obiettivo centrato per Le Ninfee di Monet. Un incantesimo di acqua e luce, il film evento prodotto da Ballandi Arts e da Nexo Digital nelle sale fino al 28 novembre che muoverà le vostre corde più profonde.