Fino al 30 aprile sarà possibile assaggiare le deliziose prelibatezze dei locali della Guida Ristoranti 2018 del circuito della bergamasca aderenti all’iniziativa a un prezzo bloccato. Un modo per avvicinare anche i più giovani all’alta ristorazione

Guida Ristoranti 2018È stata presentata lunedì 26 febbraio scorso al The Viu, il nuovo ristorante dello chef stellato Giancarlo Morelli, la prima edizione della nuova Guida Ristoranti 2018 InGruppo.

Stampata in 15.000 copie, verrà distribuita in tutti i ristoranti che aderiscono all’iniziativa (www.ingruppo.bg.it) e che fanno parte prevalentemente dell’area bergamasca, e all’aeroporto di Orio al Serio.

Alla presenza di circa 120 persone, di cui 60 giornalisti e quasi tutti gli chef della guida, Mario Cucchi, patron di Mediavalue Edizioni, casa editrice specializzata in pubblicazioni  nel mondo food & beverage, ha raccontato come è nata l’idea dei ristoranti InGruppo e quella della realizzazione della guida. Innanzitutto presentare una scelta tra 20 ristoranti di altissimo livello che propongono l’alta cucina per avvicinare i più giovani all’eccellenza a tavola. Come? Dimezzando i prezzi!

Tutti i ristoranti della Guida, fatta eccezione per Da Vittorio, A’ Anteprima e Enrico Bartolini Mudec che proporranno il menu completo a 120 euro, offriranno un menu completo (antipasto, primo, secondo, dolce, comprensivo di vino e caffè) a un prezzo bloccato a 60 euro. L’iniziativa, in corso dal 15 gennaio scorso, terminerà il 30 aprile 2018 e pone l’obbligo di prenotazione.

All’interno della Guida troviamo una pagina ritratto dedicata a ogni chef e nella doppia pagina successiva una ricetta di uno dei cavalli di battaglia del ristorante, foto delle cucine, dello chef e del piatto.

Primo testimone e ideatore dell’iniziativa, Giuliano Pellegrini, patron del ristorante Lio Pellegrini a Bergamo, ci ha raccontato il crescente interesse del mondo della ristorazione verso l’iniziativa.

Ha preso poi la parola il giornalista enogastronomico Elio Ghisalberti che ha descritto le particolarità gastronomiche del territorio, cui ha dedicato all’interno della guida una ventina di pagine.

Infine a testimoniare come socio fondatore la propria esperienza, Francesco Cerea, esponente della famiglia che gestisce il ristorante e resort tre stelle Michelin Da Vittorio a Brusaporto, nella provincia bergamasca e, come nuovo socio, lo chef Giancarlo Morelli che, con il suo ristorante Pomirou di Seregno, stella Michelin, è l’unico del distretto Monza Brianza.