Tutti i giovedì dalle 13.45 su Facebook, Instagram e sul canale YouTube La La Wine Magazine il nuovo format al femminile che racconta vino e cibo

LA LA WINE, l’enogastronomia finalmente raccontata da quattro donneSono donne, tutte diverse per stile e carattere, ma si completano a vicenda. Le quattro autrici di La La Wine, il nuovo format video con puntate ON DEMAND che va in onda sui social, è un bellissimo esempio di racconto al femminile dell’universo vino e cibo, ma non solo. Venti minuti a puntata che hanno il ritmo di un film, anzi di un telefilm. E già, perché La La Wine, questo il nome della trasmissione che va in onda tutti i giovedì sulle pagine Facebook e Instagram, oltre che sul canale YouTube La La Wine Magazine, ricorda un po’ quel quartetto alla Sex and the City capace di mixare profondità e leggerezza.

L’ultima puntata è andata in onda giovedì scorso con ospite Gianmarco Tognazzi, noto attore e titolare dell’azienda vinicola La Tognazza, Filippo Bartolotta, wine educator, ed Elisa Semino de La Colombera, azienda produttrice di Timorasso. Potete accedere alla puntata cliccando sul social che preferite: Facebook, Instagram e YouTube.

Ospiti La La Wine“La La Wine chiude per la pausa estiva, ma i nostri contenuti, anche quelli extra mai andati in onda, continueranno ad andare in onda per tutto il mese di agosto. – spiega una delle autrici, Giordana Talamona, giornalista ed esperta di comunicazione aziendale wine&food. – In questi mesi abbiamo trattato alcuni temi caldi legati all’enogastronomia, ma non solo.

Giordana Talamona La La WineLa La Wine è infatti una trasmissione dalle molte anime, dove trovano spazio anche i libri, lo sport, la salute, i sentimenti, l’attualità e molto altro ancora. Vogliamo che la nostra trasmissione faccia riflettere, permetta di approfondire, ma mantenga un ritmo incalzante, esattamente come uno dei quei ritornelli fatti apposta per ballare, meglio se con un calice di buon vino in mano”.

Assieme a lei Francesca Ciancio, giornalista professionista di lungo corso che per prima ha avuto l’idea, Michela Mozzanica e Barbara Amoroso, tutte giornaliste ed esperte di enogastronomia, con le quali è maturato questo progetto professionale sin dall’estate del 2019.

4 RUBRICHE PER 4 AUTRICI

Quattro le rubriche, come le quattro autrici, che offrono punti di vista differenti, come facce complementari, ma uniche di un caleidoscopio.

Taste’s anatomy

In Taste’s anatomy si parla di vino, birra, cibo e spirits con un produttore o un professionista del settore, ma soprattutto si degusta!

“Vuole essere una rubrica dove scoprire suggerimenti utili per apprezzare una bottiglia, aneddoti divertenti sulla produzione di una birra o un formaggio. – racconta Francesca Ciancio, che si occupa tra l’altro anche di web tv come videomaker per importanti gruppi editoriali. – Una rubrica tecnica, ma non troppo. In queste settimane abbiamo degustato grappe, brandy, bollicine Franciacorta, cioccolato crudista, gelato artigianale e birre. Ma siamo solo all’inizio!”.

Good morning wine

“In Good morning wine ci occupiamo di attualità. – spiega Michela Mozzanica, lecchese di nascita, con un Master in “Wine Culture, Communication and Management” all’Unisg di Pollenzo. – Tra gli argomenti trattati in questa rubrica abbiamo approfondito il caso Prosecco spumante rosé millesimato DOC con un ospite a favore e uno contro la modifica del disciplinare, abbiamo parlato di Covid-19 attraverso il racconto di un medico e sommelier che è guarito dal virus, di guide del vino assieme a Gianni Fabrizio del Gambero Rosso e di ristorazione stellata nel post lockdown, in compagnia di Chicco e Bobo Cerea del ristorante Da Vittorio”.

Dirty drinking e Stappate di casa

Ci sono altre due rubriche, Dirty drinking, un contenitore dove raccontare l’enogastronomia con un piglio trasversale e Stappate di casa, la rubrica su donne straordinarie che hanno cambiato vita, città e progetti grazie all’enogastronomia. “Dirty drinking è la nostra rubrica scaccia noia, – racconta Barbara Amoroso, giornalista toscana ed esperta di distillati. – dove parliamo di cibo e bevande in maniera inusuale, come nel caso della spedizione scientifica in Antartide, dove abbiamo intervistato i ricercatori della Concordia Station su come si vive e cosa si mangia in un luogo così estremo. Abbiamo poi immaginato con un’enologa i vini di Sex and the City e parlato di alimentazione nello sport col campione olimpico Nino Benvenuti. Per Stappate di casa abbiamo avuto ospite, per esempio, la conduttrice televisiva di Cotto e Mangiato, Tessa Gelisio, e il Direttore del Consorzio Tutela Vini della Valpolicella, Olga Bussinello, che si è raccontata come donna, madre e professionista”.

Ma non finisce qui, perché La La Wine è appena nato, ma ha già voglia di crescere, tanto che, assieme alla puntata settimanale on demand del giovedì, sono già andate in onda delle dirette Facebook che affrontano nuovi temi caldi. Dopo la pausa estiva il programma riprenderà a settembre sulle pagine Facebook e Instagram @lalawinemagazine e sul canale YouTube La La Wine Magazine

#lalawine #thesoundoftastings

CANALI SOCIAL

https://www.facebook.com/lalawinemagazine/

https://www.instagram.com/lalawinemagazine/ 

https://www.youtube.com/channel/UC8l8szT-_zJ1v__RIYpoC1w