Trama, trailer e recensione de “La Befana vien di notte II – Le Origini” il film prodotto da Lucky Red con Rai Cinema in collaborazione con Sky Cinema. Nei cinema distribuito da 01 Distribution

La Befana vien di notte II - Le Origini recensioneDopo il successo del primo film “La Befana vien di notte“, Lucky Red, Rai Cinema e Sky Cinema hanno deciso di portare sul grande schermo “La Befana vien di notte II – Le origini” con l’obiettivo fare un film ancora più bello, magico e realistico del precedente, che raccontasse qualcosa di cui finora si è sempre parlato molto poco: le origini della cara vecchietta che ogni 6 gennaio, da tempo immemore, svolazza per i cieli in sella alla sua scopa per portare dolci ai bambini buoni e carbone ai più discoli. Per compiere l’ardua impresa hanno scelto, non a caso, la regista Paola Randi, Nicola Guaglianone e Menotti, sceneggiatori di “Jeeg Robot” e un cast d’eccezione con Monica Bellucci, Zoe Massenti, Alessandro Haber, Herbert Ballerina, Guia Jelo, Fabio De Luigi e Corrado Guzzanti.

TRAMA

La Befana vien di notte II - Le Origini recensione

“La Befana vien di notte II – Le origini” (foto credits A.Lanzuisi)

Eccoci allora catapultati nel XVIII secolo dove facciamo la conoscenza di Paola (Zoe Massenti), una ragazzina di strada, truffaldina e sempre a caccia di guai, accompagnata solamente da Chicco, un ragazzino bistrattato come lei con cui tenta di portare a termine i furti che le permetteranno di svoltare. Ma la vita di Paola subirà un grande cambiamento quando si troverà, senza volerlo, a intralciare i piani del terribile Barone De Michelis (Fabio De Luigi), un omuncolo gobbo sempre scortato dal fidato e bistrattato Marmotta (Herbert Ballerina), con una sconfinata sete di potere e uno smisurato odio verso le streghe.

La Befana vien di notte II - Le Origini recensione

Foto credits A.Lanzuisi

E proprio di stregoneria accuserà Paola condannandola al rogo, dal quale la ragazzina si salverà solo grazie all’intervento di Dolores (Monica Bellucci), una strega buona che ha deciso di dedicare la sua vita ai bambini, in attesa che si realizzi la profezia della Befana. Tra un magico apprendistato, inseguimenti, incredibili trasformazioni e molti, molti, guai, Paola scoprirà che il destino ha in serbo per lei qualcosa di davvero speciale e così la ragazzina egoista lascerà il posto a una giovane donna che protegge i più piccoli e indifesi… Che la leggenda abbia inizio!

Foto credits A.Lanzuisi

Il risultato è un film per tutta la famiglia a metà strada tra fantasy e cinecomic, con tanto di formazione dell’eroe di turno, o meglio dell’eroina, superpoteri, miracoli, avventure, risate e momenti di commozione. Elementi che Guaglianone e Menotti hanno mescolato insieme nel tentativo di fare qualcosa di inedito per il cinema italiano. Qualcosa di respiro internazionale, ma che allo stesso tempo pescasse a piene mani dalla più genuina e fanciullesca tradizione nostrana per arrivare a raccontare una storia universale attraverso la quale provare a spiegare, a modo loro, le origini dell’altra metà del cielo di Natale: la Befana!

Foto credits Loris Zambelli

Assolutamente da vedere, magari proprio il 6 gennaio al cinema con tutta la famiglia, ma prima clicca QUI per averne un assaggio con il trailer, il divertente backstage e le interviste ai protagonisti.

Buona befana e buona visione 😉