Da un‘idea di Fattoria Latte Sano e alcuni tra i più famosi gelatieri nasce il decalogo che racchiude raccomandazioni per riconoscere il vero gelato artigianale

Gelato artigianale ecco il decalogo per riconoscere quello veroAlle volte la golosità supera la ragione. È quanto  capita in genere d’estate, soprattutto davanti ai nuovi gusti di gelato e alla “voglia di fresco” che si scatena, nella maggior parte dei casi, con i mesi caldi e nelle serate estive quando si è in compagnia di tutta la famiglia, con gli amici o in vacanza all’ombra di una palma o semplicemente passeggiando in città davanti alle proposte golose di  grandi e piccole gelaterie di “Gelato Artigianale”. Insomma tutti eventi e situazioni che fanno predominare la golosità alla ragione e che difficilmente ci fanno distinguere qualità e vera artigianalità ma che comunque, alle volte, ci fanno chiedere, nonostante il piacere del momento, “Perché questo gelato è così dolce e colorato? O ancora a commentare, “Questo gelato non mi ha lasciato la bocca pulita”.

Ecco dunque che per questa estate 2023 Fattoria Latte Sano ha pensato di realizzare un vademecum con le principali regole per riconoscere un gelato artigianale e quali sono le caratteristiche per comprendere se il gelato che andiamo ad acquistare è un  gelato artigianale di qualità. Per fare questo l’azienda lattiero casearia laziale si è rivolta ad alcuni dei più noti ed esperti gelatieri  di settore per scrivere il Vademecum del Gelato Artigianale e presentato a Roma presso la gelateria Neve di LatteTra le prime raccomandazioni consigliate,  con i diversi suggerimenti offerti,  quello di fare attenzione  se il gelato artigianale è un prodotto fresco e se è realizzato con materie prime di qualità come latte, panna e latte freschi, uova, etc,  senza aggiunta di coloranti e/o di  aromi artificiali. Ma vediamo il decalogo completo.

DECALOGO PER RICONOSCERE IL VERO GELATO ARTIGIANALE

  1. Il gelato artigianale è un prodotto fresco, deve essere realizzato con materie prime di qualità come latte e panna freschi, uova, etc, senza aggiunta di coloranti, additivi e aromi artificiali.
  2. Il gelato deve essere prodotto sapientemente da gelatieri artigiani nei laboratori di produzione.
  3. Ricordiamoci che gli unici prodotti a base di latte sono i gelati, gli altri sono sorbetti.
  4. Il gelato artigianale rispetta sempre la stagionalità dei prodotti, vero soprattutto per i gusti alla frutta.
  5. In degustazione il buon gelato non sporca il palato ma lasciare la bocca pulita, senza retrogusti o strani sapori, importante è anche la persistenza del sapore che ci deve essere ma non in modo eccessivo.
  6. Diffidare dei gelati esageratamente colorati e dei gusti che si allontanano dai colori della gelateria tradizionale. Importante la congruità tra colore e gusto del gelato.
  7. Un gelato di bassa qualità spesso è molto più dolce rispetto a un gelato di buona qualità. Un eccesso di zuccheri aggiunti altera l’equilibrio del gusto.
  8. Se il gelato è veramente artigianale, profuma! Bene annusarlo prima dell’assaggio, la percezione olfattiva deve sempre anticipare il sapore.
  9. Il gelato esposto in vaschette “stracolme” che fanno uscire il prodotto, spesso non è sinonimo di qualità, perchè quel prodotto dovrebbe sciogliersi se non contenesse additivi.
  10. Se il gelato contiene cristalli di ghiaccio, significa che il non è stato conservato bene.

IL GUSTO “GELATO DI FATTORIA”

Per questa estateproprio per questi motivi, Fattoria Latte Sano ha dunque ideato e realizzato, insieme al gelatiere Stefano Ferrara, un case history su come deve essere il vero gelato artigianale attraverso il gusto “Gelato di Fattoria”,  preparato. Grazie alla collaborazione del gelatiere Stefano Ferrara, con  ingredienti locali laziali, nello specifico latte, panna, ricotta un solo zucchero e una aggiunta di amarena.

“Il libro ingredienti,  è obbligatorio in ogni gelateria- afferma Stefano Ferrara nel commentare come riconoscere un gelato artigianale- definisce il lavoro del gelatiere e la sua artigianalità, poi i soliti piccoli accorgimenti visivi, tipo colori e altezza del gelato. Una corretta e sincera comunicazione sono di aiuto per i nostri clienti”

Fattoria Latte Sano ha voluto esplorare il “Pianeta Gelato”. attraverso un questionario a risposte chiuse rivolto a utenti tramite emailing e social network (20mila contatti). Hanno risposto circa 1.800 utenti e con i risultati emerge in particolare che il gusto preferito è il pistacchio  (15%), seguito da cioccolato (14%) e nocciola (11,5%). Il cono (82,2%) vince sulla coppetta (17,8%) e che l’82,2% pensa di sapere riconoscere il gelato artigianale e poco più del 20% è supergoloso e prende il gelato e prende il gelato solo con doppia panna!

Vi lasciamo perciò con il consiglio di aguzzare la vista e affinare il palato, chiedendo comunque sempre il libro degli ingredienti!