Solidarietà e cinema con la proiezione del film Fratelli di sangue, nella serata benefica del 2 febbraio scorso all’Atlantico di Roma per sostenere l’Avis Comunale nel progetto “Casa del Donatore”

Fratelli di sangue

Francesco Rizzi, Mirko D’Arpa, Dario Angelucci (photo by Melissa Fusari)

Il 02 Febbraio è stato presentato l’evento di beneficenza Fratelli di sangue presso l’Atlantico di Roma: manifestazione nata con lo scopo di raccogliere fondi per sostenere l’Avis Comunale di Roma nel progetto “Casa del Donatore”.

L’iniziativa è stata ideata dal cantautore Francesco Alessandro insieme con Francesco Rizzi, sceneggiatore e protagonista del film Fratelli di sangue, di cui alcune scene sono state proiettate proprio in apertura di serata, in quanto spunto per l’iniziativa Avis. Dopo le proiezioni Dario Angelucci e Roberto Porpurini, della EPM Produzioni, presentatori della serata, hanno intervistato i protagonisti del film: Francesco Rizzi e Mirko D’Arpa. Film che oltretutto ha ricevuto prestigiosi riconoscimenti  all’Indipendent Film Festival di New York, dove ha vinto ben quattro premi, fra cui “Miglior sceneggiatura” e “Miglior Attore protagonista”: Francesco Rizzi.

Fancesco Rizzi ha parlato anche del suo prossimo lavoro (regia di Dario Angelucci): “Call me baby”. “Un film dal contenuto altamente sociale – ha detto Rizzi – uno spaccato dei nostri giorni, che mette in luce le difficoltà dei giovani d’oggi, in una società che spesso li travolge”.

Alla manifestazione filantropica hanno voluto dare il proprio contributo artistico anche altri diversi volti dello spettacolo, come Lola Maldad, Flavio Capasso e Chiara Felici. Particolarmente emozionante è stata l’esibizione del Maestro di Flauto Alessandra d’Andrea, un’artista di indiscusso talento.

Il Progetto “Casa del Donatore” è stato presentato dal Dr. Maurizio Infantino, Presidente dell’Avis Comunale di Roma, e dal Dr. Riccardo Mauri. L’Avis è una ONLUS composta da soggetti che donano volontariamente, in modo anonimo e gratuito, il proprio sangue. La disponibilità di questa risorsa è indispensabile e insostituibile nella terapia di molte malattie, oltre che fondamentale nei servizi di pronto soccorso e in chirurgia. La donazione di sangue va intesa come valore umanitario universale ed espressione di solidarietà e senso civico.