Feng shui e scienza si incontrano: giusta posizione del letto, design minimale e tendaggi di qualità, il decalogo per arredare la camera da letto per favorire sonni rigeneranti e dare il via a giornate produttive e soddisfacenti

Feng shui: il decalogo per arredare la camera da letto idealePensare all’organizzazione ottimale degli spazi della stanza da letto non è sempre semplice, ma una possibile chiave di volta può fornirla il Feng shui, l’antica arte geomantica taoista che trova anche alcuni concreti riscontri scientifici. Lo conferma Emma – The Sleep Company, tra le aziende a più rapida crescita in Europa nella produzione di sistemi per il sonno, che ha coinvolto una delle sue esperte, la Dottoressa Verena Senn, neurobiologa e responsabile della ricerca sul sonno per approfondire la tematica e svelare le 10 regole d’oro al fine di arredare la propria camera da letto creando un “tempio di armonia”, favorire sonni rigeneranti e dare il via a giornate produttive e soddisfacenti.

Feng shui in camera da letto: simmetria, ordine, arredamento minimal e pulizia

Secondo l’antica filosofia cinese, la posizione di ogni oggetto può influenzare l’esperienza vissuta in casa, camera da letto compresa; questa, in particolare dovrebbe essere considerata come un “santuario”, un luogo di pace per riposare e trovare equilibrio. Per questo motivo, secondo il Feng shui tale spazio dovrebbe essere il più pulito e ordinato possibile ed essere caratterizzato da un design minimale e simmetrico, per trasmettere un senso di serenità e relax.

Sia il Feng shui che la scienza ritengono che quando si parla del giusto posizionamento dei complementi d’arredo, è importante riuscire a vedere dal letto la porta di ingresso, senza che questa però si trovi direttamente fronte al letto, consentendo di controllare chi entra nella stanza senza essere visti a un primo sguardo. Tale disposizione favorisce una sensazione di protezione e sicurezza psicologica, che predispone al rilassamento e dunque a un più veloce addormentamento.

Inoltre, giocano un ruolo fondamentale la quantità di oggetti presenti nello spazio e l’ordine, in quanto il cervello umano elabora costantemente le informazioni tramite i sensi. Di conseguenza, più complessa è la percezione, più tempo, sforzo e attenzione viene richiesta alla mente, sottoponendola a uno stato di stress non necessario.

Infine, sia le neuroscienze che la filosofia orientale sottolineano l’importanza di mantenere la camera da letto priva di dispositivi elettronici, dato che i device impediscono di raggiungere il livello massimo di oscurità nella stanza e possono accrescere problematiche durante il riposo notturno.

Feng shui e scienza: i 10 consigli strategici per arredare la camera da letto

Secondo l’esperta di Emma – The Sleep Company, Feng shui e scienza trovano allineamento su alcune regole auree che possono davvero avere effetti benefici su corpo e mente, aiutando le persone a vivere con maggior vigore la propria quotidianità, canalizzando l’energia positiva per affrontare al meglio le proprie giornate. Ma quali sono?

  1. La corretta disposizione del letto: è ideale posizionarlo non troppo a ridosso dalla finestra, per riposare lontano da eventuali rumori esterni ed evitare correnti d’aria qualora si volessero aprire i vetri.
  2. Mai più senza comodino: è importante prevedere sempre tale complemento d’arredo per avere accanto a sé una lampada, un bicchiere d’acqua o eventuali altri piccoli oggetti utili.
  3. Più punti luce interni: è bene non concentrare in un unico punto tutte le fonti luminose, ma anzi distribuirle per la stanza per creare un’atmosfera soffusa e più piacevole.
  4. Tendaggi di qualità: si consiglia di valutare con attenzioni i tessuti e la manifattura delle tende affinché siano realmente in grado di trattenere la luce esterna, supportando correttamente il riposo notturno.
  5. Zero device: è basilare tenere lontano dalla camera da letto tutto ciò che non è indispensabile per il sonno, ma anzi può inficiarne la qualità, come TV, tablet e smart phone.
  6. No agli specchi: spesso le persone che hanno disturbi del sonno tendono a verificare il proprio viso come prima cosa al mattino, concentrandosi su rughe e dettagli frutto della notte insonne. Tale atteggiamento può causare un aumento dei livelli di ansia e stress.
  7. Via libera a cuscini e piumoni: è una buona idea circondarsi di tutto ciò che favorisce un ambiente accogliente e consente di sentirsi coccolati e al sicuro, nel proprio spazio.
  8. Un’immagine allegra: optare per una foto, un quadro o un poster che renda sorridenti e spensierati, può contribuire a svegliarsi più felici.
  9. No alla scrivania: è importante usare la camera da letto solo per dormire, per questo motivo non dovrebbe essere presente un’area-ufficio, soprattutto se si svolge un lavoro stressante. Questa regola consente di educare la mente a rilassarsi e a non rimuginare sugli eventi della giornata.
  10. Luce solare esterna: essendo il miglior sincronizzatore dell’orologio biologico, è strategico pensare di avere le finestre su un lato del letto. Diversamente, se la finestra si trovasse dietro al letto, non sarebbe possibile beneficiare appieno del sole; mentre, se fosse davanti al letto, la luce potrebbe affaticare gli occhi al mattino, disturbando il risveglio.

“Anche se a un primo sguardo scienza e Feng shui possono apparire distanti, in realtà concordano sulla reale possibilità di trovare l’equilibrio giusto nella propria camera da letto, una serenità tale da consentire alle persone di riattivare la versione migliore di se stessi. In particolare, quando la stanza è pulita, priva di device elettronici che emettono luce blu ed è utilizzata al solo scopo di dormire, è possibile sentirsi ​​più calmi e rilassati, vivere sonni riposanti e svegliarsi con maggior energia. Infine, avere una camera da letto ordinata aiuta a mantenere equilibrio mentale; eliminare gli oggetti di cui non si ha bisogno, può essere una buona metafora e un valido input per lasciar andare ricordi e storie che non fanno più sentire a proprio agio e sereni,” commenta la Dottoressa Verena Senn, neurobiologa e responsabile della ricerca sul sonno di Emma – The Sleep Company.

Dormire in un ambiente in ordine migliora il riposo, per questo tra le novità del brand, il Letto Contenitore Emma ben risponde alla necessità di coniugare praticità, comfort e benessere. Dotato di un ampio vano di stoccaggio, con apertura frontale e sistema di sollevamento ammortizzato, è perfetto per chi ha poco spazio. Adattabile ai materassi Emma, versatile per le esigenze e i gusti di ognuno, con un design essenziale (con o senza testiera) e colori neutri (grigio o beige), il letto trasforma la camera in una piccola oasi dove ritrovare la propria energia.