Per Confindustria Moda il Fashion System 2020 non può continuare ad attendere, la macchina del tessile-moda-accessorio deve rimettersi subito in moto!

Fashion System 2020 la ricetta per far ripartire l'universo ModaIl progetto di Confindustria Moda per ripartire, cercando di ridurre al minimo l’impatto della crisi sulla filiera del Fashion System 2020, mette al primo posto la sicurezza dei lavoratori nel rispetto delle misure già definite nel Protocollo del 14 marzo. Ma occorre una rapida attuazione. Così l’associazione, rappresentativa di oltre 65 mila aziende e 585 mila addetti per 95 miliardi di giro d’affari, ha elaborato una proposta in 5 punti per riattivare le attività produttive, logistiche e distributive. Proposta che suggerisce in primis di tutelare i lavoratori più anziani e più fragili attraverso una segmentazione degli addetti per fasce d’età. E un piano di riapertura che deve iniziare con le attività localizzate nelle aree meno colpite dal virus, partendo dal Sud.

Le ipotesi del piano di ripartenza

L’associazione guidata da Claudio Marenzi suggerisce di concertare con le parti sociali un “patto per le ferie estive” al fine di evitare nel 2020 una nuova chiusura totale delle attività nel mese di agosto. La proposta portata sul tavolo contempla la possibilità di anticipare (a maggio o giugno) la pausa estiva. L’alternativa è di ridurla ad una sola settimana, rimandando più avanti la fruizione delle ferie in avanzo.

Infine, chiede una maggiore flessibilità nel ricorso al distacco di personale dal momento che la ripartenza potrebbe presentarsi con forti disomogeneità, da un’azienda all’altra, richiedendo un temporaneo maggior impiego di personale rispetto all’ordinario.

Moda: il Governo studia una possibile riapertura anticipata

Dopo il via libera del Governo a librerie e negozi per bambini, anche la filiera del tessile-abbigliamento è in pole per una riapertura anticipata, che potrebbe avvenire già nella prossima settimana. L’ipotesi è al vaglio dell’esecutivo che, il 10 aprile, ha annunciato la proroga del lockdown fino al 3 maggio. Tra le candidate a riaprire i cancelli prima del tempo prestabilito ci sarebbero anche le aziende dell’automotive e del settore metallurgico.

A dimostrazione del fatto che finalmente i numerosi appelli alle istituzioni di associazioni e federazioni moda nazionali (CNA Federmoda, Camera Moda e Confindustria Moda) sui rischi di un’inattività prolungata per il settore siano stati ascoltati.

Sempre più allarmati gli imprenditori, che nelle ultime settimane hanno spinto per una riapertura in sicurezza delle attività produttive, mentre cresce la tensione nel settore del commercio al dettaglio, fermo da oltre un mese per limitare la diffusione del contagio. Il blocco sta mettendo a repentaglio la tenuta del nostro paese composto da una filiera lunga. In ballo ci sono gli ordini della stagione FW 20/21, alcuni dei quali già cancellati, e la possibilità di presentare le collezioni SS 20/21.

Di questo e altro si sta parlando negli appuntamenti dello Speech Fashion System 2020 organizzati dalla influencer Raffaella Manetta. Questi i relatori che finora hanno aderito al format:

  • Francesca Castellano – Co-founder ArtEdile snc e Founder Chiccart – collection
  • Gabriella Sala – Founder e CEO Le Gabrielle Shoes
  • Alessandra Bonini – Social Media & Influencer Marketing Specialist
  • Cecilia Scuratti – Psicologa, Dt.ssa Neurospicologia & Content Creator
  • Paola Buonacara – Fashion Blogger
  • Vincenzo Carriero – Brand Manager & Founder Smitally

Prossima Direct su Instagram lunedì 20 Aprile alle ore 16.00 sull’account IG @raffaellamanetta