viaggio on the roadUn viaggio on the road è innanzitutto avventura, con qualsiasi mezzo di trasporto ci si muova, dalla bici alla moto, passando persino per lo scooter, fino ad arrivare all’autostop e al treno. Ma il mezzo più adatto, per viaggiare e godersi la strada, è un veicolo a quattro ruote, perché è più comodo e capiente. Un camper, un fuoristrada, o semplicemente una familiare, purché cammini allegramente.

Viaggi da affrontare da soli, o con amici affiatati, che abbiano solo l’obiettivo di muoversi e conoscere posti e gente nuova, lasciandosi alle spalle comodità e certezze. Compagni di viaggio disposti ad uscire dalla zona di comfort, per vivere fuori da ogni schema. Quando gusti la libertà ha sempre un sapore inaspettato, magari costa qualche sacrificio, ma regala grandi emozioni. Una città sconosciuta, un panorama mozzafiato al di là di una collina su una strada di campagna, una nuova conoscenza che ti viene in soccorso se resti in panne. Puoi programmare le tappe e cambiarle l’indomani, con l’unica certezza che purtroppo a un certo punto dovrai tornare a casa.

Cosa serve per un viaggio on the road

Se parti on the road devi organizzarti con tutto il necessario, perché non sempre troverai a portata di mano ciò che ti serve. E la lista dipende anche dal viaggio, dalla lunghezza delle tappe e dal mezzo, che dovrà essere comodo e capiente. Infatti, se abitualmente usi una city car o un’auto abbastanza piccola, ti converrà prendere un’auto a noleggio low cost, da prenotare anche online su siti specializzati come quello di Sicily by Car. A tale proposito, fai molta attenzione allo stato d’uso della vettura e delle gomme, visto che dovrai passare parecchio tempo al suo interno. Il navigatore è sempre di grande aiuto, sia satellitare che Internet, ma portarsi dietro anche una cartina può rivelarsi di grande aiuto, soprattutto se ci si inerpica tra strade di campagna. Controlla anche che i posti da visitare siano aperti al pubblico, nelle giornate selezionate per le visite, e decidi prima se dormirai in albergo, o userai solo la tenda nei campeggi per strada. E infine preoccupati che il budget per il viaggio on the road sia un po’ più generoso, in modo da poter fronteggiare qualsiasi eventualità.

Dove andare

Viaggiare on the road significa anche conoscere il maggior numero di posti possibili. Dipende dal tempo che hai a disposizione, ma anche in un paio di settimane si possono programmare tour molto affascinanti. Un itinerario abbastanza sostenibile, anche se si dispone solo di qualche giorno, potrebbe essere quello lungo la Costiera Amalfitana, da Salerno a Sorrento, attraversando la strada statale, dove si trovano paesi molto belli, come Amalfi e Positano. Anche la Costa Azzurra offre scorci e panorami indimenticabili. Basta abbandonare l’autostrada, uscendo a Mentone, e proseguire verso Nizza sulla “Les trois Corniches”, una strada tortuosa con paesaggi da cartolina. In Svizzera invece si può girare tra monti, laghi e boschi, su un circuito di circa 1.600 chilometri, costellato di piccoli borghi, molto pittoreschi. Splendidi il Lac des Joux e il Lac des Brenets, adagiati tra vette innevate a 1.000 metri sul mare, o il Canton Vaud, tra vigne e castelli. Meravigliosi per un tour on the road anche i borghi medievali, che si incontrano sui 370 chilometri della Romantische Strasse, da Füssen a Würzburg, in Germania.