Elena Mirò, il fashion brand del Gruppo Miroglio punta sul Total Omnichannel approach creando con Privalia, outlet online, la prima shopping experience in-store digitale. Vediamo insieme di cosa si tratta

Elena Mirò con PrivaliaEternamente insoddisfatte dell’acquisto on line (chissà se mi vestirà bene e se ho scelto la taglia giusta), addicted dello shopping online (risparmio e posso stare comodamente seduta al mio pc, anche in pausa pranzo dal lavoro). Chi non ha mai passato questi dilemmi? Proprio per questo si è tenuta a Milano la prima prova di shopping experience in store interamente digitale: i protagonisti sono stati Privalia e il flagship store di Elena Mirò di Piazza della Scala a Milano, brand di Miroglio fashion, che per 4 giorni si è trasformato in un digital temporary shop.
La motivazione è semplice: Privalia e Elena Mirò desiderano essere sempre più vicino alle proprie clienti e hanno deciso di collaborare per offrir loro un percorso di acquisto completamente nuovo, completo e coinvolgente: all’interno di un punto vendita tradizionale dal 23 al 26 maggio si è installato un pop-up store firmato Privalia leader delle flash sales, in linea con una più ampia strategia “total omnichannel approach”, integrando in un’unica soluzione off e online.
 
Come si è svolta l’esperienza
Le clienti del brand sono state accompagnate all’interno del negozio da una shop assistant dedicata, hanno potuto provare i capi della collezione Elena Mirò, con la possibilità di acquistarli anche via ipad sul sito Privalia. La consegna è stata “click&pick-up” veloce e gratuita in-store o “click&deliver” direttamente presso il proprio domicilio in tutta Milano entro lo stesso giorno dell’acquisto, nel caso si fosse effettuato prima delle 15:00, o il giorno successivo, per quelli collocati nel pomeriggio.
I pareri degli esperti
Hans Hoegstedt, AD di Miroglio Fashion, spiega: “Il mercato dell’abbigliamento e il comportamento di acquisto delle nostre clienti stanno cambiando. Oggi c’è un approccio fluido tra vari canali nelle diverse occasioni d’acquisto. Noi vogliamo essere accanto alle nostre clienti in questo nuovo processo ed esaltare questo nuovo mondo. Per questo motivo abbiamo deciso, insieme a Privalia / Gruppo vente-privee, il leader mondiale di flash sales, di unirci per dare vita ad un grande temporary shop che mixa online e offline nel nostro flagship store di Elena Mirò in Piazza della Scala a Milano”.
Fabio Bonfà, Country Manager Italia di Privalia e vente-privee commenta: “Siamo particolarmente orgogliosi di questa partnership con Miroglio Fashion: il Gruppo vente-privee è da sempre all’avanguardia e pioniere nell’innovazione, ponendo la customer experience al centro della propria strategia. La formula che abbiamo creato insieme a Elena Mirò è estremamente innovativa per il retail in Italia e segna un nuovo passo nella relazione tra brand ed e-commerce e, più in generale, tra integrazione on-offline senza soluzione di continuità. Questa è la direzione tracciata dal consumatore di oggi, che ricerca una shopping experience coinvolgente, sinergica e integrata tra i vari canali, con un servizio in grado di soddisfare le proprie esigenze in modo efficace e veloce”. Continua Bonfà: “In questi 4 giorni di partnership daremo vita al negozio ‘del futuro’ dove si unisce l’immediatezza dell’online all’human touch del servizio in negozio, per un’esperienza di acquisto personalizzata e ancora unica nel panorama italiano.
Martino Boselli, Brand Director di Elena Mirò aggiunge: “Il progetto sviluppato con Privalia è per noi molto importante. Attraverso questa iniziativa di grande innovazione, infatti, potremo offrire alle nostre clienti un’esperienza di brand veramente totale, on e offline a 360 gradi e senza confini”. Boselli conclude sottolineando l’impegno innovatore del brand: “Essere pionieri è da sempre parte del DNA di Elena Mirò. A testimonianza che la nostra strategia omnicanale sta funzionando, ad aprile siamo stati premiati da Facebook con Instapodio per la campagna che si è più distinta per impatto sulle vendite, novità, utilizzo creativo dei formati della piattaforma”.