Dalle chat ai social, scopri le app che rubano più dati e come proteggertiIl business dei dati online ha acquisito sempre più importanza, e una ricerca di settore ha evidenziato le app e le piattaforme digitali che ricavano più informazioni personali tramite i collegamenti online degli utenti. Ecco quali sono, e come proteggersi.

I risultati della ricerca

Lo studio è stato condotto per rilevare le piattaforme che raccolgono le quantità più cospicue di dati dei propri utenti. È emerso che social media e app di consegne a domicilio sono i servizi che si appropriano di più informazioni personali, seguiti dai siti e-commerce. Le piattaforme di streaming, messaggistica e videochiamate si attestano a metà classifica, mentre la maggiore privacy possibile è offerta da browser e app di editing per immagini.

In particolare, le app più indiscrete risultano essere Facebook, Google Chrome, Amazon, Messenger e Gmail.

In aumento il furto di dati in Italia

Nel 2021 l’Italia è diventata il dodicesimo Paese al mondo più attaccato per quanto riguarda la violazione di account. La grande maggioranza dei profili violati appartiene a siti di incontri, che non a caso espongono a diversi rischi, ma anche a quelli di giochi e intrattenimento. Nel nostro Paese i furti di dati sensibili sono aumentati del 48,7% nel 2021, per un totale di 1,8 milioni di casi solo in quell’anno.

La violazione di informazioni personali avviene soprattutto con scopo di estorsione e furto di denaro, oppure per utilizzare indebitamente alcuni servizi attraverso gli account colpiti. Password, indirizzi email, numeri di telefono, carte di credito e codici fiscali sono le informazioni più ricercate dagli hacker.

I modi per proteggersi

Le piattaforme sopracitate raccolgono informazioni solo per fini pubblicitari ma, un modo per tutelare la propria riservatezza online e proteggersi anche da eventuali attacchi informatici, è installare una VPN. Una delle migliori in circolazione è Nord VPN, come confermano alcuni approfondimenti online che contengono opinioni utili per orientarsi nella scelta.

Un altro dei vantaggi principali che offrono le VPN è evitare il tracciamento quando si usano reti pubbliche. Questo eviterà l’intrusione di estranei nel proprio computer, che potrebbero rubare informazioni. Un rischio alto soprattutto quando si effettuano transazioni online.

Tuttavia, esistono altri accorgimenti da adottare per evitare i furti di dati personali, la maggior parte dei quali avviene con scopo criminale.

Per esempio, non si devono mai condividere informazioni sensibili sui social media (un errore che in molti commettono). Infine, è indispensabile installare un buon antivirus e controllare regolarmente la presenza di malware, che possono tracciare tutto ciò che si fa quando si utilizza il computer.