assisi cosa vedere a NataleSi può dire che ormai Assisi non è più una meta esclusiva del turismo religioso, dal momento che negli ultimi dieci mesi ha registrato un importante trend di presenze turistiche. Ciò ha portato alla decisione di potenziare, in occasione delle feste natalizie, l’offerta turistica, volta soprattutto alle famiglie con attività ludiche, laboratori ed esperienze creative nei luoghi della cultura di Assisi. Per le vie del centro, alle famiglie sarà possibile usufruire gratuitamente del Trenino di Natale che fa il giro della città dal primo fine settimana di dicembre. Sarà una festa delle famiglie, per le famiglie, con una città che si prepara ad assecondare i bambini e i loro desideri, con un progetto “family” evidenziato da luminarie importanti, con installazioni su tutto il territorio rese possibili grazie a un importante investimento economico.

assisi in luceGrande importanza è dedicata ai presepi; Assisi è nota per essere la “Città dei Presepi”, essendo la città di San Francesco d’Assisi. La città infatti sarà palcoscenico di una moltitudine di presepi esposti nei luoghi più suggestivi della città. Si terranno mostre dedicate ai presepi, grandi e piccoli, realizzati dai bambini delle scuole, dai comuni cittadini, da associazioni e parrocchie, il tutto volto a contribuire a restituire ai turisti il vero significato del presepe.

Come accennato poco sopra, le luci sono un tema importante di questo progetto natalizio; la città infatti si farà ancora più bella e numerosa grazie alle grandi proiezioni sugli edifici storici della piazza del comune. A ciò si aggiungono grandi presenze nazionali e internazionali come il Concerto di Natale Gospel del gruppo “New Direction Gospel Choir of Tennessee State”, che può essere considerato uno dei primi cori nel suo genere riconosciuto a livello internazionale, composto da giovani musicisti laureati presso la Tennessee State University e solisti di alto livello. E ancora il Grand Concerto di Capodanno al Lyrick con la partecipazione straordinaria del soprano Desirée Rancatore e del tenore David Sotgiu, il Coro e l’Orchestra “Città di Assisi” Cantori di Assisi – Cappella Musicale della Basilica Papale di San Francesco – Commedia Harmonica con la direzione del M° Padre Giuseppe Magrino ofm conv.

Per quanto riguarda le arti visive, al Palazzo Monte Frumentario è in scena a ingresso libero “Antonio Fiore Ufagrà. Dal post-futurismo alla cosmopittura con i futuristi della sua collezione da Balla a Dottori.” Assisi celebra il pittore post-futurista nella ricorrenza dei suoi 80 anni di vita e 40 di carriera. In mostra opere di arte sacra, civile e inediti realizzati per Assisi e capolavori della sua collezione privata con opere di Baila, Benedetto, Bruschetti, Monachesi e Dottori.

Altra mostra a ingresso libero in città è “Assisi amata città – Enzo Morelli e l’arte della Conciliazione, Opere 1922-1931” che omaggia il pittore che ha eseguito la decorazione dell’iconica Sala della Conciliazione nel Palazzo dei Priori assisano con opere provenienti da Milano, Assisi, Bagnacavallo e Gubbio.

È disponibile infine la visita guidata al Foro e alla Domus Romanae, prenotabile al costo di 10 euro.

By Tommaso Motterlini