Il periodo delle feste si avvicina, ma come vestirsi alla Vigilia di Natale e cosa è meglio evitare nelle grandi occasioni? Ecco i consigli della personal stylist Paola Farina per non farsi cogliere impreparati ed essere al top senza spendere una fortuna

Come vestirsi alla Vigilia di NataleLa tradizione vuole che, la sera della Vigilia di Natale, le famiglie si riuniscano attorno a un tavolo per mangiare deliziose pietanze di pesce, festeggiando e celebrando la lieta ricorrenza di stare insieme. Come vestirsi alla Vigilia di Natale dipenderà dal tipo di serata e dalla location prescelta. Se si rimane tra le mura domestiche, le signore possono optare per un tubino al ginocchio o appena sopra, abbinato con delle décolleté classiche oppure con un tronchetto con tacco alto.

Nel caso di festeggiamenti a casa di parenti o amici, spiega la stylist Paola Farina, è meglio evitare il lungo, riservato a una cena di gala o a un evento organizzato in un contesto più formale. In questo caso andranno evitati gli abiti corti, quelli a palloncino e in genere gli abiti da cocktail. È fondamentale sapere che una donna, a una cena di gala, dovrà indossare un abito lungo e in tinta unita. La lunghezza giusta arriva a coprire le caviglie, inoltre è previsto lo strascico che però non dovrà essere eccessivo. La scollatura dovrà permettere alla signora di sfoggiare gioielli preziosi, ma senza essere eccessivamente accentuata. Stole e pellicciotti sono l’ideale per coprire le spalle e i sandali sono ammessi.

Con il passare degli anni le regole del galateo, continua la stylist, si sono fatte meno pressanti e anche la scelta dei colori è meno vincolata al protocollo. Tuttavia i colori scuri, come l’intramontabile nero, il borgogna o il blu notte rimangono da preferire. Una deroga è concessa al rosso scarlatto o al verde foresta, che richiamano l’atmosfera natalizia.

Sia che ci si trovi in casa o che si partecipi a una festa vera e propria, il tessuto della vigilia di Natale è caldo e prezioso. L’ideale è un velluto leggero e in genere i tessuti che seguono il corpo senza accentuare eccessivamente le forme. Per quanto riguarda l’uomo, invece, se non è richiesto il black tie, ovvero lo smoking, è possibile indossare un completo scuro con cravatta o addirittura senza, lasciando però il primo bottone della camicia slacciato. Se l’evento è informale, un completo spezzato sarà elegante senza risultare pretenzioso.

Per qualsiasi dubbio, prosegue l’esperta, il consiglio è di rivolgersi a un professionista in grado di valorizzare la silhouette e l’incarnato, attraverso i colori e le fantasie più adatte, e anche l’aspetto generale della coppia. I look di lei e lei, infatti, andrebbero rigorosamente coordinati.