Come sopravvivere alle vacanze natalizie in casa con bambini e consorteArchiviate le maratone di pranzi e cene per il Natale e il Capodanno eccoci al periodo più “duro” delle feste natalizie fatto di lunghe giornate invernali, di indolenza, di colazioni in tarda mattinata, di pomeriggi all’insegna del “e adesso a cosa giochiamo?”, di serate nelle quali i bambini (per parafrasare De Gregori) “a dormire proprio non ci vogliono andare”… Sorge allora spontanea l’annosa domanda: come “sopravvivere” durante le vacanze natalizie in casa con i bambini?

Spesso questi periodi di “convivenza familiare forzata e prolungata”, un po’ come durante le vacanze estive, alimentano nervosismo e tensioni. Siamo abituati (spesso, troppo, sempre!) a incrociare marito (o moglie) e talvolta anche i nostri figli con difficoltà durante l’anno, presi da una moltitudine di impegni lavorativi, scolastici ed extrascolastici e alla fine questa abitudine ci va anche bene.

Come sopravvivere alle vacanze natalizie in casa con bambini e consorteE quando ci troviamo a passare intere giornate tutti insieme, ci sentiamo… come dire… un po’ destabilizzati. Che sia il caso di stabilire insieme qualche regola di buona convivenza?!? Vediamo!

RISPETTO RECIPROCO

Il vostro bambino si vuole alzare presto anche nei giorni di festa (sveglia biologica?), mentre voi desiderate indugiare un po’ di più a letto? Potrebbe essere un modo per responsabilizzarlo!

Preparate con lui la sera precedente tutto ciò che gli serve per la colazione, in modo che la mattina possa sbrigarsela da solo mentre voi riposate una mezz’oretta in più.

Come sopravvivere alle vacanze natalizie in casa con bambini e consorteP.S. lo stesso vale se invece siete mattinieri e decide di alzarvi la mattina presto per andare a correre… mentre vostro marito (o vostra moglie) preferisce dormire… shhhhh… fate piano… e lasciate godere il sonno delle ferie natalizie a chi non è esattamente mattiniero come voi… O al contrario dite alla moglie o al marito mattiniero di non disturbare il vostro sonno, se siete voi quelli che per una volta vogliono poltrire un po’!

ORARI FISSI… QUESTI SCONOSCIUTI…

Mamme ansiogene (chi sta scrivendo ne è la capogruppo…!!!), siamo tutti in vacanza!! Non è necessario stressare figli e mariti se la colazione, il pranzo o la cena o il momento compiti, avviene mezz’ora dopo o mezz’ora prima del solito… Rilassatevi… Rilassiamoci!!!! Chi ci corre dietro?

…ECCOLO QUI… IL MOMENTO COMPITI PER LE VACANZE NATALIZIE

Immancabili compiti delle vacanze… non sperate di farla franca… sui diari dei nostri figli il tanto temuto 7 Gennaio è già SOLD OUT per la sfilza di compiti assegnati!

Vi consiglio due cose da NON FARE:

  1. non fate come facevo io (soprattutto nel periodo delle medie), che procrastinavo il tutto fino a due giorni prima del rientro a scuola… per poi impazzire a fare tutto insieme…
  2. e non fate come faccio attualmente io, che costringo mia figlia alla fatidica “mezz’orettinaalgiornodicompitiancheil25Dicembre”.

Come sopravvivere alle vacanze natalizie in casa con bambini e consorteProviamo a responsabilizzare i nostri bambini, specie se più grandicelli, dando loro modo di spalmarsi i compiti durante le vacanze natalizie come meglio credono o, se proprio li vediamo in difficoltà, proviamo a pianificare un po’ con loro, ma senza ansia e senza orari tassativi!

RIPOSO ANCHE PER NOI GENITORI DURANTE LE VACANZE NATALIZIE!

Non sentitevi in colpa se vi viene voglia di prendervi un bel pomeriggio tutto per voi, lontano dai giochi ricevuti a Natale dai vostri bambini o da vostro marito!

Lasciate che quei giochi per qualche ora li facciano anche da soli e prendetevi dei meritati momenti di relax, concedetevi una mattinata in un centro benessere, o approfittate dei pre saldi!

In fondo siamo o non siamo in vacanza qualche giorno anche noi?

ULTIMA REGOLA (solo per le mamme)

Ricordatevi che siamo mamme e mogli, non colf! In casa nei giorni di vacanza ci siamo tutti, il marito non è al lavoro, il bambino non è barricato in camera sua a studiare. Ognuno deve fare la sua parte in casa! (anche se in realtà dovrebbe essere sempre così…!!!!)

Tutto chiaro?!? Pronti ad affrontare il rush finale? E allora buona continuazione di feste a tutti e tranquilli perché purtroppo o per fortuna il 7 gennaio non è lontano 😉