Ora che siete riusciti a far crescere la barba, vediamo insieme come prendervene cura per ottimizzare risultati e apparenza

Dopo aver pazientato per alcune settimane ed aver raggiunto una lunghezza sufficiente siete finalmente sulla retta via per la barba perfetta e dovete cominciare a prendervene cura nel modo migliore così da ottimizzare i risultati e l’apparenza. Vediamo come!

Le abitudini prese all’inizio (che potete leggere in questo precedente articolo) tra cui vi ricordo shampoo, spazzola e olio saranno uno dei pilastri fondamentali nella cura della barba e non dovranno mai perdersi lungo la strada. Potete anche aggiungere il balsamo alla lista se i vostri peli sono molto duri.

Anche per quanto riguarda l’alimentazione dobbiamo sforzarci di continuare a mangiare sano: in particolare dovremmo avere un apporto proteico ideale, insieme al supporto di grassi cosiddetti “buoni” (i famosi Omega 3 ed Omega 6) e vitamine, in particolare quelle del gruppo B.

A questo scopo cercate di mettere a tavola carne, pesce, uova, legumi, frutta e verdure, soprattutto quelle a foglia larga e verde come gli spinaci.

Vorrei fare una piccola nota in merito agli integratori: a meno di casi o condizioni particolari (mi riferisco ad esempio ad anemia e altri fattori genetici), non servono e hanno prezzi non giustificati, quindi non cadete nella tentazione di sperperare soldi!

Gli strumenti del “mestiere”

Possiamo ora introdurre due nuovi accessori che andranno a popolare l’armadietto del vostro bagno: un rasoio elettrico ed un regolabarba chiamato anche trimmer dall’inglese. Se siete intraprendenti invece del rasoio elettrico potete anche cimentarvi e dilettarvi con uno a mano libera o di sicurezza che hanno sicuramente il loro fascino richiedendo però un pò di pratica prima di ottenere risultati soddisfacenti e privi di tagli.

Lo scopo di questi due elementi è principalmente quello di aiutarvi a mantenere lo stile scelto: i peli non crescono infatti in modo omogeneo, dovrete quindi agire di conseguenza e regolarli dove necessario, come spesso accade ad esempio nella parte superiore delle guance.

Il mio consiglio è quello di continuare comunque a visitare il barbiere una volta ogni mese circa: difficilmente infatti riuscirete a rimpiazzare la sua mano esperta, specialmente durante i primi tempi.

Altri prodotti per lo styling

Anche se non strettamente necessari e dipendenti dallo stile che si è scelto, altri acquisti che potrete fare sono il pettine e la cera.

Il pettine è necessario solo una volta raggiunta una lunghezza “importante” e la sua funzione principale è quella di sciogliere i nodi ed aiutarvi nelle operazioni di styling più complicate: non va però usato troppo e deve essere di ottima fattura. In caso contrario rischiate di strappare i vostri peli e procurarvi delle doppie punte.

Se possibile cercate di evitare quelli di metallo o plastica per ripiegare su quelli di legno o resina (molto famosi ad esempio sono i Kent)  che evitano anche la creazione di scoccianti cariche elettrostatiche.

La cera serve invece come avrete intuito per scolpire negli stili più complicati come ad esempio i famosi e ormai molto popolari baffi a manubrio: deve essere scelta con cura, dato che ne esistono tipologie diverse a livello nutritivo, aromatico e anche di tenuta.