Dalla tradizione pasticcera ragusana un goloso dolce pasquale fatto con frolla e ricotta, le cassatelle, che nome a parte non hanno niente a che vedere con la cassata siciliana, a parte la provenienza dalla stessa regione.

Cassatelle pasquali ragusane

Le cassatelle pasquali sono un dolce tipico del ragusano, che nonostante il nome, non hanno niente a che vedere con la classica Cassata tipica della Sicilia. La ricetta tradizionale delle cassatelle pasquali, prevede il ripieno fatto di tuma e ricotta, dove la tuma rappresenta la prima fase del formaggio e ha un sapore lievemente dolciastro, ma non è facile da reperire e inoltre di trova solo in determinati periodi dell’anno, quindi il ripieno si può fare solamente con la ricotta.

Da tradizione le cassatelle pasquali venivano preparate il Venerdì Santo per la Domenica di Pasqua e il Lunedì dell’Angelo, perché è meglio farle riposare un paio di giorni prima di mangiarle, e possono essere accompagnate con un marsala secco, invecchiato e meglio se profumato.

Difficoltà: facile

Preparazione: 20 minuti

Tempo di cottura: 25 minuti circa

Ingredienti:

  • 500 gr di farina di semola
  • 2 uova
  • 150 gr di strutto
  • 3 cucchiai di zucchero
  • un pizzico di sale
  • mezza bustina di lievito per dolci
  • 250 ml di acqua tiepida (o comunque q.b. per ottenere un impasto elastico)
  • 30 gr di vino bianco
  • 700 gr di ricotta di mucca
  • 200 gr di zucchero
  • scorza di un limone
  • a scelta cannella, cacao o cioccolato in scaglie o gocce.

Preparazione:

    • Con la farina fate la tradizione fontana di pasta su una spianatoia e al centro mettete le due uova, lo strutto, i tre cucchiai di zucchero, un pizzico di sale, la mezza bustina di lievito, il vino bianco e l’acqua tiepida, amalgamate il tutto, lavorando la pasta fino ad ottenere un impasto morbido ed elastico.
    • Formate con l’impasto un panetto, avvolgetelo in un canovaccio di cotone e lasciatelo riposare.
    • Una volta che avrà riposato, riprendete la pasta, stendetela in modo che abbia uno spessore di circa 2 mm e ritagliate dei cerchi di 15 cm.
    • Ritagliate dalla pasta delle sottili striscioline per formare dei cordoncini, ognuno dei quali andrà appoggiato all’interno di uno dei cerchi di pasta precedentemente ricavati, per dare sostegno al cestino.
    • Spennellate con l’uovo la parte di cerchio compresa tra il cordoncino e il bordo del cerchio, quindi sollevate la parte spennellata con l’uovo perpendicolarmente al piano del cestino e pizzicatela tra pollice e indice a distanza di un paio di centimetri, in modo da formare una specie di cestino come quelli della foto.
    • Mettete in una ciotola la ricotta e schiacciatela con una forchetta o una frusta, fino a renderla omogenea, quindi aggiungete lo zucchero e amalgamate.
    • Aggiungete alla ricotta zuccherata la scorza di limone grattugiata, la cannella in polvere e le gocce o scaglie di cioccolato fondente.
    • Punzecchiate lievemente con una forchetta il fondo dei cestini e riempiteli con il ripieno di ricotta, stando attenti a non farli troppo pieni per evitare che trabocchino  in fase di cottura.
    •  Riscaldate il forno a 180°.
    • Foderate una teglia con carta forno e disponeteci sopra le cassatelle, infornate per circa 25 minuti o comunque finché i cestini non saranno ben dorati e appariranno delle macchie marroncine chiare sulla superficie del ripieno.
    • Una volta cotte, sfornate e lasciatele raffreddare, quindi mettetele in un paniere avvolte in un canovaccio e conservatele in un luogo fresco e asciutto, almeno per un paio di giorni prima di mangiarle.