vacanze 2023 campeggio isola d'elbaDalla pandemia in poi, è molto cambiato il modo di viaggiare e le persone scelgono sempre con più frequenza di recarsi in località dove è possibile scoprire il territorio a 360 gradi, passando dalle città alla spiaggia, senza dimenticare la natura. In Italia, i gioielli autentici che rivelano questi tesori sono tanti e tra questi c’è l’Isola d’Elba. Non distante dalle coste toscane, e facilmente raggiungibile con un traghetto, è la meta ideale per famiglie, viaggiatori solitari, coppie in cerca di romanticismo e non solo. Ma come esplorarla e qual è la soluzione per un viaggio eco-friendly nella zona?

Perché scegliere un campeggio all’isola d’Elba

Dopo averti svelato che il traghetto è la miglior soluzione per raggiungerla, vogliamo suggerirti anche dove dormire. I campeggi all’Isola d’Elba sono sicuramente una delle soluzioni più apprezzate: potrai dormire in alcune delle location più belle, direttamente a contatto con la natura. I migliori camping, sono a due passi dalle spiagge più belle e possono offrire tutto il necessario per una vacanza confortevole; non temere, non si tratta solo di dormire in tenda, oggi ci sono campeggi con bungalow, casette e soluzioni luxury ma green tanto da aver dato vita al trend del “glamping”.

La svolta ecosostenibile del turismo all’Elba

Con l’aiuto di Legambiente Arcipelago Toscano, l’Isola intera ha deciso di aderire ad un manifesto per poter fare in modo che il territorio venga preservato. Gli imprenditori della zona e gli abitanti sono consapevoli di quanto le spiagge fantastiche, la flora e la fauna possano incuriosire i viaggiatori e non vogliono certamente bloccare il loro ingresso trattandosi di una delle fonti di reddito più importanti ma allo stesso tempo desiderano preservare quella che è la loro casa e a cui sono tanto affezionati. Per farlo, stanno promuovendo un turismo giovanile più green e sostenibile, a contatto con la natura. Per esempio suggerendo trekking e l’utilizzo delle bici per muoversi da una parte all’altra, senza l’utilizzo di auto.

Vacanza all’Isola d’Elba: cosa non perdere

Il bello dell’Isola d’Elba è che ha tantissimo da offrire, per diverse tipologie di turista. Ci sono sentieri di trekking, aree minerarie, zone perfette per lo snorkeling o gli sport acquatici, storia, arte e cultura. Il nostro consiglio? Se trascorri una settimana di vacanza qui, cerca di alternare le proposte per scoprire l’entroterra, le cittadine e i borghi, il passato ma anche le spiagge più belle.

Partiamo dalle spiagge: il suggerimento degli esperti è di organizzare una settimana on the road per poter scoprire i diversi fondali e le calette più suggestive, senza fossilizzarsi su un unico stabilimento balneare. Una delle più amate è sicuramente la spiaggia di Sansone, si trova a Portoferraio e si raggiunge dopo aver percorso un piccolo sentiero: qui la sabbia è bianchissima e appena arrivato ti renderai conto che la meraviglia compenserà tutte le fatiche fatte.

Un’altra spiaggia amatissima è Cala dei Frati, si posiziona non lontano da un convento ed il modo migliore per raggiungerla è a bordo di una barca: si tratta di una gita in giornata perfetta per gli amanti dello snorkeling o dei luoghi poco frequentati e meno accessibili.

Se devi affrontare un giorno nuvoloso o semplicemente vuoi allontanarti dalla spiaggia, ti consigliamo di non perdere Portoferraio: oltre al centro storico caratteristico, qui è possibile visitare le Fortezze Medicee che raccontano il passato glorioso della zona, le ville romane e soprattutto le residenze di Napoleone.