Trama e recensione di “Bly” di Melania Soriani pubblicato da Mondadori in occasione del centenario della morte di Nellie Bly

Bly di Melania Soriani recensioneBly” di Melania Soriani, libro vincitore del Premio Selezione Bancarella 2022, racconta la storia misconosciuta di una donna straordinaria, Nellie Bly, la grande reporter americana che fu la prima giornalista investigativa della storia.

Il libro è ambientato tra la fine dell’800 e primi del Novecento, a Pittsburgh, la città d’acciaio, dove la giovane Elisabeth Jane Cochran cambia nome e diviene Nellie Bly, la prima donna reporter a fare inchieste scomode, a denunciare ingiustizie, i soprusi e maltrattamenti ai danni di donne e bambini, a inventare nuovi metodi investigativi, cercando di sensibilizzare l’opinione pubblica e cambiando così la storia.

Il suo primo articolo scaturisce dalla rabbia e dalla delusione di non esser riuscita a trovare un impiego come istitutrice a causa della mancanza di un titolo di studio.

Questo gesto ardito scatenerà un turbinio di eventi che la porterà a una rapida escalation, fino a fare il giro del mondo, come Phileas Fogg nel famoso romanzo di Verne, passando da Città del Messico a New York, cercando sempre la verità delle cose.

La scelta di concentrarsi sul proprio lavoro al punto da farne la propria ragione di vita, le costerà molto dal punto di vista personale, non avrà mai una famiglia o dei figli, nonostante si s’innamori follemente di Miller, e accentrerà tutti i suoi sforzi nel tentativo di farsi considerare da un mondo maschilista. Per raggiungere il proprio scopo, deciderà di osare, spingendosi in tal modo oltre i limiti e rischiando più dei colleghi uomini, arrivando addirittura, per narrare la vita degli ultimi, a farsi internare nel peggiore dei manicomi femminili dell’epoca e subendo su di sé i maltrattamenti perpetrati in essi.

Soriani ha avuto la capacità, in questo romanzo dalla forte connotazione femminista, di tratteggiare un ritratto molto vivido della grande reporter, alternando le fragilità, alla forza e al coraggio che hanno caratterizzato la protagonista quando ogni cosa complottava per scoraggiare il suo disegno di vita fuori dagli schemi consolidati.

Questo romanzo rappresenta l’epopea straordinaria di una indomita donna dell’Ottocento, che ha avuto il coraggio e l’intraprendenza di costruire il proprio destino e vivere la propria esistenza da donna libera, scevra dalle convenzioni, che vedevano il genere femminile relegato in casa a svolgere le faccende domestiche, a occuparsi della prole e subire la volontà e le violenze dei propri uomini, fossero essi i padri, i fratelli o i mariti.

La sottomissione coercitiva era all’epoca la regola, purtroppo accettata anche dalle donne come la normalità. Nonostante le innumerevoli e strenue lotte e i grandi progressi, le donne si ritrovano ancora oggi molto lontane da una vera eguaglianza fra i generi. Infatti, a causa di arcaiche ideologie e pregiudizi, gli stipendi femminili inferiori del 30% e i riconoscimenti che le donne meriterebbero non vengono loro riconosciuti.

Purtroppo, quello che al giorno d’oggi, sconvolge e crea un clima di paura, sono i reiterati atti di violenza domestica e i femminicidi.

“Bly” è un libro di fondamentale lettura per le giovani generazioni, per dar loro modo di comprendere le battaglie combattute dalle donne, in particolare da Nellie Bly, e per non rendere esse vane, per guardare al futuro con speranza ma con grande consapevolezza riguardo al valore e alla capacità femminile.

Questo è un romanzo che dimostra come, nonostante le difficoltà che si possano presentare sulla nostra strada, grazie alla caparbietà e al sacrificio, sia possibile raggiungere il proprio scopo nella vita, un po’ come Bly, che è stata in grado di emergere in un mondo in cui il maschilismo e il patriarcato erano fortemente radicati.

TITOLO: Bly
AUTORE: Melania Soriani
EDITORE: Mondadori
PAGINE: 360
PREZZO DI COPERTINA: 20€ (19€ su Amazon)