19 Marzo festa del papà: festeggiamo con il dolce tipico di questa ricorrenza il bignè di San Giuseppe, una bontà pasticcera con origini antichissime, da gustare sia fritti che al forno!

bignè di san giuseppe ricettaI bignè di San Giuseppe, o zeppole come li chiamano a Napoli, sono dei dolci appartenenti alla tradizione culinaria italiana, che si preparano nel periodo della festa del papà, 19 Marzo.

Di antichissima origine, sembra che risalgano addirittura all’epoca romana, e si narra che dopo la fuga in Egitto con Maria e Gesù, San Giuseppe dovette vendere frittelle per poter mantenere la sua famiglia ed è per questo motivo, che in tutta Italia, i bignè di San Giuseppe o zeppole sono i dolci tipici della festa del papà, preparati per celebrare la figura di San Giuseppe.

Tipicamente dolci fritti ripieni di ottima crema pasticcera, i bignè di San Giuseppe, negli ultimi tempi stanno prendendo molto piede nella versione al forno, senz’altro più leggerei e meno calorici oppure con altri ripieni come ricotta e crema al cioccolato; noi vi proponiamo la ricetta originale che li prevede fritti, quindi per un giorno concedetevi uno strappo alla dieta e gustate i bignè di San Giuseppe in tutta la loro bontà!

Difficoltà: media

Preparazione: 40 minuti

Tempo di cottura: 15 minuti circa o fino a completa doratura

Ingredienti per la pasta per circa 8 bignè:

  • 130 gr di farina 00
  • 4 uova
  • 50 gr di zucchero
  • 50 gr di burro
  • 250 ml di acqua
  • un pizzico di sale
  • olio di semi per friggere q.b.
  • zucchero a velo

Ingredienti per la crema pasticcera:

  • 500 ml di latte
  • 150 gr di zucchero
  • 4 tuorli d’uovo
  • 70 gr di farina maizena
  • 2 gr di vaniglia in polvere
  • 1/2 scorza di limone grattugiata

Preparazione:

    • Iniziate a preparare la pasta per i bignè mettendo in una pentolina alta l’acqua con il burro, lo zucchero e il sale, e facendo bollire.
    • Quando il composto bolle versate tutta la farina setacciata e mescolate fino ad ottenere un composto licio e omogeneo, che si staccherà dai bordi della pentola.
    • Togliete dal fuoco, fate raffreddare e aggiungete le uova una alla volta, mescolando per inglobarle bene nel composto.
    • Una volta incorporate tutte le uova e ottenuto un composto omogeneo, mettetelo in una tasca da pasticciere con bocchetta a foro stellato.
    • Prendete 2/3 fogli di carta forno o di carta oleata e bucherellateli tutti in modo tale che i fori facciano passare l’aria e sia più facile staccare i bignè.
    • Formate i bignè ne dovrebbero venire all’incirca 8 della grandezza di una prugna e divideteli sui fogli bucherellati.
    • Prendete 2 padelle e fate riscaldare l’olio in entrambe, portando in una la temperatura a 170° e nell’altra a 185°.
    • Prendete pochi bignè con tutta la carta bucherellata e immergeteli nella prima padella con l’olio a 170°, quando galleggeranno, toglieteli dall’olio con una schiumarola e immergeteli nella seconda padella con l’olio a 185° e fateli dorare bene su tutti i lati, ricordatevi di togliere dalla prima padella anche la carta bucherellata.
    • Una volta che saranno ben dorati, scolateli su carta assorbente e ripetete l’operazione fino a quando avrete fritto tutti i bignè.
    • Mentre i bignè si raffreddano, preparate la crema pasticciera.
    • In una ciotola montate le uova intere con lo zucchero e la farina maizena.
    • In un tegame portate quasi ad ebollizione il latte con la scorza di limone grattugiata e la vaniglia.
    • Togliete il latte dal fuoco e versateci dentro il composto di uova, zucchero e farina.
    • Rimettete il pentolino sul fuoco e fate bollire in modo tale che il latte ricopra la crema.
    • Quando la crema sarà coperta dal latte mescolate con un cucchiaio di legno fino ad ottenere la giusta consistenza.
    • Togliete la crema dal fuoco, mettetela in una ciotola, copritela con la pellicola trasparente e fatela raffreddare nel frigorifero.
    • Una volta che la crema si sarà raffreddata potete riempire i vostri bignè di San Giuseppe, aiutandovi sempre con una tasca da pasticcere.
    • Prima di servire i bignè di San Giuseppe cospargeteli con lo zucchero a velo.