Trama, trailer e recensione in anteprima di Bad Boys for Life, il ritorno di Will Smith e Martin Lawrence nei panni dei “cattivi ragazzi” diretti questa volta da Adil El Arbi, Bilall Fallah. Dal 20 febbraio 2020 al cinema distribuito da Sony Pictures Italia / Warner Bros. Pictures Italia

Bad Boys For Life il ritorno di Will Smith e Martin Lawrence (recensione)Tornano, dal 20 febbraio, sul grande schermo,  i “cattivi ragazzi” Mike Lowrey (Will Smith) e Marcus Burnett (Martin Lawrence) con  Bad Boys For Life dopo gli episodi del 1995 e del 2003.  Questa volta il film, diretto da Adil El Arbi e Bilall Fallah,  narra di un’ultima avventura insieme della coppia irresistibile formata dai due detective.

La trama è incentrata sulla classica crisi di mezza età che sta attraversando Mike Lowrey e sulla decisione di Marcus Burnett  di andare in pensione e divenuto ormai un ispettore di polizia contrario ai modi violenti dell’amico. Nonostante ciò Mike propone a Marcus, prima che si ritiri definitivamente dalle scene, un’ultima impresa epica. Ecco quindi che il nemico della coppia è interpretato da Kate del Castillo nel personaggio di Isabel Aretas, vedova del boss Benito che organizza insieme al figlio Armando (Jacob Scipio) un piano per uccidere tutti quelli coinvolti nell’arresto del marito, compreso Mike. Dopo aver accompagnato Marcus alla festa per la nascita del suo primo nipote, il detective Mike viene colpito da Armando finendo in coma per mesi. Superato il periodo difficile si dichiara deciso a fare giustizia e contatta il suo collega, ormai in pensione, per chiedergli di aiutarlo nel suo piano di vendetta e arrestare la scia di omicidi che Armando si sta lasciando dietro. Il compagno di sempre inizialmente di rifiuta, ma poi lo aiuterà.

 

Il film d’azione, di vecchio stampo, dimostra una capacità di adeguare il suo linguaggio alle esigenze contemporanee e di fare tesoro della grande tradizione del passato. Va ricordato che il terzo capitolo della saga arriva a 17 anni dal debutto e per la prima volta non è diretto da Michael Bay, infatti dietro la macchina da presa troviamo Adil El Arbi e Bilall Fallah.

By Gianluca Pacella