Francesca Mura e Benedetta Paravia

Come in tutte le edizioni Altaroma, ha dimostrato, anche questa volta, di non essere solo fashion show  e presentazioni di nuovi creativi, ma anche un appuntamento esclusivo per parlare di tanto altro, soprattutto nelle giornate del Calendario In Town. Calendario molto interessante in cui era inserito anche l’evento con Benedetta Paravia, Aka Princess Bee, esperta italiana di relazioni internazionali, autrice e produttrice, a cui ho avuto il piacere di partecipare.

Benedetta che vive tra Dubai e Roma, era appunto nella capitale per presentare, ai colleghi della stampa e non solo, la nuova serie del format crossmediale televisivo, web e inflight dal titolo “Hi Emirates” che sarà trasmessa in occasione della Festa Nazionale degli Emirati Arabi Uniti sui Canali Abu Dhabi TV e Dubai One in prima serata (la nostra Rai Uno) e andrà ad evidenziare lo spirito di Tolleranza di tutti e sette gli Emirati Arabi Uniti, un Paese da lei definito “una comunità per le comunità”.

La nuova serie, eredita il successo di “Hi Dubai” per il quale il Governo ha concesso a Benedetta Paravia la produzione, seguita dalla messa in onda in TV e sui Canali Web di informazione, quali Dubai Post e Emirates 24/7, nonché la visione su tutti i voli Emirates Airline, che conta circa 60 milioni di passeggeri all’anno, con sottotitoli in inglese ed arabo. La serie è visibile sul sito www.hidubai.ae.

Protagoniste di “Hi Emirates” sono 35 donne, tra le quali: la Sceicca Dottoressa Hind al Qassimi; la filantropa emiratina Thoraya Al Awadhi; la Dottoressa Mouza, che combatte quotidianamente il cancro al seno alle sue pazienti; la pattinatrice emiratina Zahra Lari (che si è battuta per l’accettazione del velo sul capo durante le gare internazionali, come simbolo di rispetto reciproco tra le comunità diverse); la giovane cavallerizza italiana Costanza Laliscia campionessa nel mondo dell’Endurance ma anche alcune imprenditrici di spicco di Dubai Business Council dell’Emirates Business Council, con rappresentanti delle varie comunità religiose attive nella vita sociale e solidale degli Emirati Arabi Uniti; la modella imprenditrice Ludmilla Voronkina in Bozzetti; l’imprenditrice ed influencer italiana Silvia Vianello (tra le 100 donne di Forbes Italia), la campionessa di tiro Yasmine Tahlak; alcune figlie dei Rulers coloro che amministrano gli Emirati, uno per ogni Emirato (sono 7 in tutto).

“Le donne partecipanti, che siano vip veterane o giovanissime contemporanee, rappresentano mondi diversi che convergono nello spirito di pluralismo sociale degli Emirati Arabi Uniti, che offre dignità e rispetto alle varie popolazioni pur diverse” afferma Paravia – “Le storie di positività che raccontano queste donne rappresentano un percorso sostenuto da forza e determinazione che sono la chiave per raggiungere e superare ogni difficoltà ed arrivare al successo”.

Alla domanda quale sia il fulcro motivazionale delle sue produzioni, Paravia ha risposto:

“La mission delle mie produzioni televisive non è solo quella di valorizzare e promuovere il valore sociale e professionale delle donne negli Emirati Arabi, ma vuole essere anche un omaggio alla cultura di quel paese quasi sempre associato a luoghi comuni inesistenti”.

L’esclusivo appuntamento con la stampa, svoltosi a Palazzo Dama, ha avuto il privilegio di essere patrocinato dalla FIDAPA BPW ITALY Sezione Roma, con la seguente motivazione inviata dalla Presidente Bettina Giordani: “Ambasciatrice di Pace, donna impegnata socialmente, artista, star televisiva, ma è come “story teller di donne” che ci appassiona e ci stupisce. Le donne degli Emirati Arabi liberate da stereotipi, contribuisco a costruire una nuova immagine di donna, inaspettata per i più. Sapere che è un’italiana che contribuisce a questo processo culturale, ci rende orgogliose di poterla sostenere”.

Benedetta è anche una convinta filantropa: co-fondatrice e ambasciatore della onlus A.N.G.E.L.S. – Associazione Nazionale Giovani Energie Latrici di Solidarietà, per l’assistenza medica dei bambini malati dalle aree colpite dalla guerra. È l’unica artista al mondo che ha ricevuto il Patrocinio dell’UNESCO per aver scritto “Angels – una canzone per la pace” per importanza fondamentale per la pace e la solidarietà tra le popolazioni.

Il 2019 è l’anno della ”Tolleranza” negli Emirati Arabi Uniti (un paese limitrofo all’Arabia Saudita) l’unico Paese al mondo che vanta un Ministero per la Tolleranza per far sì che ogni individuo si senta il benvenuto tra le 280 nazionalità presenti sul territorio. Durante la prima e storica recente visita del Santo Padre negli Emirati Arabi, Benedetta Paravia figurava tra gli Ambasciatori di Pace, ospite d’onore dello straordinario evento.