addominoplasticaL’addominoplastica è l’intervento chirurgico che si pone come obiettivo quello di rimodellare l’addome. Può associarsi anche ad un modellamento della silhouette mediante l’intervento di liposuzione che viene eseguito mediante apposite cannule che aspirano il grasso in eccesso a livello dei fianchi e dell’addome superiore.

All’intervento chirurgico residuano inevitabilmente delle cicatrici cutanee che vanno da spina iliaca anteriore destra a spina iliaca anteriore sinistra e una cicatrice periombelicale.

Nel caso in cui la situazione clinica di partenza non consente l’asportazione di ampi lembi di cute e sottocute, si opta per una mini addominoplastica dove la cicatrice sovrapubica è leggermente più corta della cicatrice di un’addominoplastica completa e non ci sarà nessuna cicatrice periombelicle.

Ad ogni modo le cicatrici, nella maggioranza dei casi, sono facilmente occultabili da uno slip.

Addominoplastica (2)

Eventuali smagliature presenti sulla parte alta dell’addome (sopra l’ombelico), non saranno migliorate poiché l’intervento non si propone come scopo quello di eliminare le smagliature (cosa impossibile tra l’altro!!!).

Il tipo di anestesia, i tempi di degenza e la frequenza delle medicazioni variano da caso a caso.

Il risultato è da subito generalmente soddisfacente e di solito suscettibile di ulteriori miglioramenti nei mesi successivi. Ad ogni modo il risultato finale è a 8/12 mesi.

Per le cicatrici il tempo si allunga ma ciò dipende strettamente dalla biologia individuale delle pazienti.

Addominoplastica