Appuntamento imperdibile il 14 novembre per tutti i fan dei Coldplay, arriva infatti per un solo giorno in anteprima mondiale in oltre 2.000 cinema A Head Full of Dreams il film-evento, diretto da  Mat Whitecross, che celebra insieme al pubblico la nascita, il percorso e il successo della band britannica

Coldplay A Head full of dreams film concertoArriva solo per un giorno in oltre 2000 sale, il 14 novembre, in anteprima mondiale: A Head Full of Dreams, il film-concerto che celebra il tour dei record dei Coldplay, portandoci alla scoperta della vita segreta della famosissima band britannica. Infatti la pellicola ripercorre vent’anni di amicizia partendo dal loro primo incontro al college nel 1996, prima ancora di scoprire la grande passione che li avrebbe poi uniti per la vita, la musica, fino ad arrivare ai successi coronati con il loro settimo album A Head Full of Dreams, da cui prende il titolo anche il film.

Per i tanti fan sarà un’occasione per godere del ritratto più intimo e profondo dei Coldplay e della loro spettacolare ascesa: dalle backroom dei pub di Camden fino agli stadi di tutto il pianeta.

Il film è anche un momento per la band per chiamare a raccolta tutti i supporters per condividere una tappa molto importante e per guardarsi indietro e fare un punto: infatti A head full of dreams è un album che si allontana molto dai precedenti, pur rimanendo fortemente legato al sound della band, che ha scelto di sacrificare sonorità consolidate per dar vita a qualcosa di completamente nuovo, un gioiello contemporaneo.

Chris Martin infatti ci racconta che lavorava all’album da almeno un paio di anni aspettando che maturasse nella sua migliore forma artistica, voleva un album diverso dagli altri e direi che c’è riuscito. I Coldplay affermano scherzosamente che il loro settimo disco è un po’ come se fosse l’ultimo libro della saga di Harry Potter, infatti per loro è il completamento di un qualcosa che contiene tutto di loro: un cassetto di emozioni, creatività ed esperienze condivise.

Nel corso della carriera musicale, la band, come molti sapranno, è stata in grado di rivitalizzare il movimento britpop miscelandolo con influenze del rock alternativo per poi passare ad uno stile meno individuale e più in linea con le tendenze indie, rock e pop, senza mai rinunciare alla sperimentazione o alla ricerca di nuove sonorità e accostamenti.

Ma chi ha ispirato questi ragazzi nella loro attività creativa? Quali orme hanno seguito ai loro esordi? Beh, loro rispondono “gli a-ha”, ve li ricordate? Io si e li adoravo e a quanto pare anche i Coldplay.

Il film A head full of dreams, ci porta sin dalla prima scena a condividere con la band uno dei momenti che per un artista è quello più spasmodico, se vogliamo usare un termine di pancia: i lunghissimi minuti che precedono l’uscita sul palco, momenti di condivisione, di entusiasmo, di concentrazione e se vogliamo di ansia ma anche di intime confidenze che si trasformano in una esplosione di potenza o per alcuni di onnipotenza, tanto da coinvolgere in pochi secondi la folla trepidante di attesa e aspettative.

Il documentario vi catapulterà nelle loro stanze, dove giovani artisti sono alle prese con i loro strumenti, i loro sogni, il loro fisico acerbo e il taccuino, sul quale Chris Martin annotava tutto quello che gli sembrava fosse utile. Quello che lo circondava diventava testo e tutti insieme sinergicamente regalavano note a quelle parole.

Scopriremo che la loro adolescenza non è stata diversa da quella di milioni di giovani, li vedremo scherzare, li vedremo fumare ma li vedremo anche comporre, creare e confrontarsi e condividere un sogno che è diventato realtà.

Quattro ragazzi molto diversi tra loro, ma che insieme sono diventati un tutt’uno! Come racconta Martin in una intervista, “noi siamo diversi ingredienti, saporiti anche da soli, ma mischiati insieme diventiamo un piatto unico”! L’abbinamento al bacon o ad altri gusti appetitosi in natura ai quali ha associato sé stesso e i suoi compagni, mi ha fatto decisamente sorridere, ma nella sua semplicità il nostro cantante ha reso l’idea.

Ecco che Chris Martin, Guy Berryman, Will Champion e Jonny Buckland escono dal camerino e con l’impeto e l’energia della loro giovane età conquistano il pubblico, ma cosa si stavano dicendo prima che la porta del camerino si aprisse per proiettarli verso il successo? L’unico modo per saperlo è andare a vedere questo capolavoro che segnerà molte generazioni: quella passata con i ricordi, quella presente con le curiosità e quelle future con un ricco patrimonio di un album che si rivelerà…

14 Novembre al cinema… non mancate, non ci sarà una seconda occasione per vederlo sul grande schermo, perché sarà solo per una sera! Mentre dal 16 novembre se proprio ve lo siete perso o vorrete riviverne le emozioni, lo streaming del film A Head Full Of Dreams sarà in esclusiva mondiale su Amazon Prime Video. E il 7 dicembre uscirà un cofanetto targato Warner Music chiamato anche “Butterfly package” Live In Buenos Aires / Live In São Paulo / A Head Full Of Dreams (Film) su CD, DVD, vinile e in digitale per rivederlo ogni volta che vorrete!