Quando è il momento di mettere in vendita la propria casa, tutti vorrebbero concludere la transazione velocemente e al miglior prezzo possibile. Per riuscirci è fondamentale presentare al meglio l’abitazione, sia nelle foto degli annunci immobiliari che durante le visite di persone interessate all’acquisto. La prima cosa da fare sarà quindi dedicarsi ad alcuni progetti fai-da-te che daranno all’immobile un aspetto più fresco e curato, aumentando le possibilità di conquistare un compratore. 

4 progetti fai-da-te per preparare un immobile per la vendita

  1. Una mano di pittura
    Un intervento del quale non si può proprio fare a meno è imbiancare i muri di casa. Nel tempo, le pareti tendono a ingrigirsi e la pittura può scrostarsi o presentare piccole crepe. Ciò è ancora più vero in una casa in cui vivono bambini piccoli o animali domestici, che possono inavvertitamente sporcare o graffiare i muri. Questi dettagli, che passano inosservati agli abitanti della casa, saltano subito all’occhio di un visitatore e lasciano un’impressione poco piacevole.
    Se alcune delle pareti hanno colori accesi può inoltre essere una buona idea dipingerle di bianco, mantenendo un aspetto più neutro che permette ai potenziali acquirenti di immaginare la propria casa ideale con facilità.
    Realizzare questo intervento prima di far valutare il valore della casa da un agente immobiliare può portare a una stima del prezzo di vendita leggermente più favorevole.
  2. Riordinare ed eliminare il superfluo
    Una stanza disordinata e piena di cianfrusaglie sembrerà ai visitatori poco accogliente, come se non ci fosse abbastanza spazio a disposizione per loro. Eliminare gli oggetti superflui è infatti un modo semplice ed efficace per far sembrare gli ambienti più ampi e spaziosi, e quel che è meglio è che non costa nulla. Non è necessario seguire alla lettera i comandamenti di Marie Kondo ed eliminare per sempre tutto ciò che non ci riempie di gioia: basterà sistemare foto, gadget personali e simili in scatole o cassetti fuori vista. Dare all’abitazione uno stile più minimalista non solo si adegua ai moderni trend di design, ma permette anche ai visitatori di riarredare le stanze secondo il proprio gusto nella loro mente.
  3. Pulire le finestre
    Le finestre, come le pareti, sono un altro elemento che per abitudine viene spesso trascurato. Gli aloni che per noi sono ormai parte integrante della stanza, però, sono per chi non li ha mai visti prima un difetto lampante. È quindi il momento di munirsi di spray, strofinacci, fogli di giornale e tanta pazienza, e mettersi a lucidare i vetri per portarli al loro splendore originario. A seconda della posizione delle finestre e della struttura dell’immobile, potrebbe essere necessario rivolgersi ad un’agenzia di pulizie che si occupi dell’esterno in tutta sicurezza.
  4. Migliorare l’aspetto esteriore
    L’esterno dell’immobile è naturalmente la prima cosa che i potenziali acquirenti vedranno mentre si avvicinano per la prima visita. È qui, dunque, che si decide davvero la prima impressione. Di certo un giardino è di per sé un elemento che fa gola, ma questo non vuol dire che possiamo lasciarlo in uno stato di incuria. Anche un cortile con pavimento in cemento può trovare nuova vita aggiungendo qualche vaso di fiori colorati. Lo stesso vale per il balcone di un appartamento: un tocco di colore in più fa una bella differenza. Infine, non guasta pulire la porta d’ingresso, eliminando eventuali tracce di fango o polvere, e se necessario sostituire uno zerbino vecchio e malridotto.

Mettere un po’ di impegno extra nella preparazione di un casa in vendita, mentre si affidano burocrazia e pratiche a un agente immobiliare, può contribuire a concludere più in fretta la compravendita. E se riusciamo a vendere a un prezzo vicino a quello richiesto, di certo ne è valsa la pena.