L’albero di Pasqua ha origine nei Paesi del nord Europa ma pian piano vede la sua diffusione anche in Italia. E’ il simbolo perfetto della rinascita, della primavera, e non può che rendere più bella la casa in attesa della festa: Pasqua, appunto.

 

albero-di-pasqua

Al caro e vecchio albero di Natale, che tutti conosciamo, si aggiunge un “collega” per così dire: l’albero Pasquale per le nostre case. In Italia ha preso piede negli ultimi anni, le sue origini si riconducono al periodo medievale in paesi scandinavi.

Realizzarlo è davvero semplice, l’unico elemento essenziale immancabile è la fantasia, creatività e un pizzico di manualità. Vediamo insieme come realizzarlo, magari chiedendo l’aiuto dei più piccoli, che si divertiranno tra uova da decorare, teneri coniglietti, pulcini, rondini e chi ne ha più ne metta!

Per prima cosa vi occorrono dei rami secchi, reperirli non dovrebbe essere troppo complicato anche nelle grandi città: in terrazzo, o in giardino c’è sempre una siepe da potare dopo il lungo inverno.

Raccolti i ramoscelli, inserite essi in un bel vaso in vetro trasparente, oppure in diverse bottiglie di vetro, potrete dipingerle con colori pastello, oppure applicare su di esse della stoffa colorata. Sì a fantasie floreali, pois, righe.

Bene, avremo ottenuto così la nostra base per far “fiorire” l’albero Pasquale, adesso non resta che arricchirlo con le decorazioni.

Sul nostro albero non potranno mancare le uova, poco importa che siano vere o quelle in vendita, l’importante è che siano decorate con colori, applicazioni in carta, stoffa; non c’è che l’imbarazzo della scelta!

Potrete anche intagliare delle sagome di uova e conigli con del cartone. I bambini si divertiranno nel decorarli.

Andranno benissimo anche le uova e pulcini di cioccolato, da comperare già pronti oppure da realizzare grazie ai moderni stampi in silicone per realizzare cioccolatini handmade; così i più golosi potranno mangiarli (un bel modo di disfare l’albero, dopo la festa naturalmente!).