Viaggio in Val di Fiemme alla scoperta del Bosco che suona

Un viaggio è un importante momento di scoperta, non solo di noi stessi ma anche delle bellezze naturali e artistiche che ci circondano, come il Bosco che suona: una splendida foresta di abeti rossi che si trova in Val di Fiemme, dove i mastri liutai scelgono il legno più armonico per realizzare strumenti musicali.

euromaster-life viaggioCercate un posto magico e al di fuori del tempo e dello spazio dove trascorrere qualche giorno di tranquillità e riposo? La Val di Fiemme, incastonata tra le Alpi, offre molte cose da fare e bellezze da vedere, come il bosco incantato dove da secoli alcuni uomini speciali si recano per carpirne tutti i segreti e trasformare il suo ineguagliabile legno in strumenti musicali.

Chi sono questi uomini, attenti e scrupolosi che conoscono a mena dito anche il più piccolo arbusto cresciuto in questo bosco? I liutai, una particolare categoria di artigiani attenti ai dettagli, che nei secoli hanno sempre più affinato la loro opera tanto da creare strumenti musicali dalle sonorità perfette che al giorno d’oggi sono considerati delle vere e proprie opere d’arte.

Una volta scelto con cura il suo albero tra i tanti abeti rossi che compongono questo particolare bosco, il liutaio torna a trovarlo spesso, osservandone la crescita, i minimi cambiamenti e aspettando con pazienza il giorno in cui potrà ricavarne la tavola armonica di un pregiato strumento a corda dal suono unico e inimitabile. Perché il bravo liutaio sa perfettamente che ogni albero ha un suono diverso. Come lo sapeva bene Stradivari, che in questo stesso bosco andava a cercare il legno per i suoi splendidi violini.

Nel bosco che suona, situato nella catena del Lagorai, sopra Predazzo, in Estate alcuni musicisti di fama internazionale, vengono invitati dagli enti locali a scegliere un albero e a dedicargli un brano. Associazione questa che avviene tramite il racconto delle sue caratteristiche uniche da parte di esperti forestali e che si conclude con l’esecuzione sotto l’albero stesso del brano musicale.

Quindi recandosi in questo luogo, gli escursionisti si ritrovano a passeggiare tra gli abeti di Mario Brunello, Daniel Hope, Daniaaaalo Rossi, Marco Rizzi, Ilya Grubert, Uto Ughi e molti altri. Ogni abete è contrassegnato da una targa.

Attraverso la app “Bosco che suona”, è inoltre possibile ascoltare la musica associata a ciascun albero per immergersi totalmente nella magia di questo posto incantato.

Queste e altre insolite mete tutte da scoprire, potete trovarle sul sito di life.euromaster-pneumatici.it la più grande rete europea nel settore dell’assistenza pneumatici e della manutenzione ordinaria dei veicoli, in grado di offrire un ottimo servizio operando con le migliori marche e standard operativi d’eccellenza. Tutto per regalarti un viaggio indimenticabile senza spiacevoli inconvenienti legati all’auto!

Buzzoole

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *