Travel therapy: single in cerca d’amore a New York

New York
New York

Buongiorno Carissime, mi vogliano scusare gli uomini, ma oggi, ispirata dalla richiesta di una lettrice, mi rivolgo in particolare alle donne che muoiono dalla voglia di fare una vacanza, ma sono frenate dal fatto di non avere nessuno con cui intraprendere il viaggio.

“Diagnosi”

Siete sole? Chiusa l’ennesima storia sbagliata, litigato con la migliore amica, siete rimaste sole a leccarvi le ferite? Fatevi una bella vacanza, si anche se siete sole. Intanto sia in vacanza che nella vita di tutti i giorni, la solitudine è una realtà con la quale ognuno di noi si confronta, prima o poi, quindi tanto vale è farlo provando anche a divertirsi.

Non abbiate timore, perché spesso non è il viaggio in sé a fare paura, ma il doversi confrontare solo e soltanto con noi stesse. Di doversi misurare con la nostra autonomia e i nostri limiti. Ma negandoci questa prova, ci neghiamo anche la possibilità di scoprire le nostre risorse. Quindi, partite. Soprattutto se c’è una meta in particolare che avete desiderio di visitare.

Dove andare e perché

Io vi suggerisco New York, perché offre infinite occasioni di divertimento, cose da fare, luoghi da vedere, gente da ogni parte del mondo. E un paio di consigli travelterapeutici per viverla al meglio: invece che in albergo, sistematevi in appartamento. Attraverso Facebook e amici di amici, costruitevi una mini-rete di contatti sicuri nella Grande Mela, con i quali condividere un caffè, o anche solo una passeggiata a Central Park. Informatevi per tempo sulle mostre che vi interessano, sui concerti, sugli eventi pubblici e gratuiti che d’estate fioccano (basta comprarsi una copia della rivista Time Out). E ripassate tutte le puntate di Sex & the City per ripassare al volo la mappa della città. Infine, informatevi sul sito della città di New York (www.nycgo.com/it) di tutti i tour in programma ai quali potete partecipare. Divertendovi e, perché no, facendo nuove amicizie.

Pensate che ne sono così convinta che l’ho inserita come meta ad hoc, anche nel mio libro Travel Therapy: il viaggio giusto al momento giusto, primo di una serie di guide per orientarsi nel mondo e scegliere gli itinerari che fanno bene al cuore e allo spirito.

Cosa vedere

Cosa vedere a New York? Beh se siete anche voi delle fan scatenate della serie TV “Sex and the city” come me, conoscerete New York meglio di casa vostra! A parte questo vi consiglio di andare dove vi porta il cuore, senza stressarvi troppo se non avete troppo tempo a disposizione. Ricordate che il mezzo più economico e comodo è la metropolitana, presente capillarmente. Vi consiglio di acquistare la MetroCard che dà accesso a tutti i mezzi, il cui costo per una settimana è di 29$.

Comunque vi riporto qui di seguito le tappe fisse che ripercorrono un po’ tutti quelli che vanno a New York per la prima volta:

  • a South Ferry (estremità sud di Manhattan) potrete prendere il traghetto per andare visitare Liberty Island, dove sorge la Statua della Libertà.

    Statua della Libertà
    Statua della Libertà (Liberty Island)
  • Battery Park, un parco ricco di monumenti.
  • La zona di Wall Street (preferibile in un giorno feriale, altrimenti è deserta) con i suoi vertiginosi edifici e la bella Trinity Church.

    Trinity Church
    Trinity Church
  • Il quartiere di Seaport dove ci sono il Civic Center e il Brooklyn Bridge.

    Sea Port
    Sea Port
  • Little Italy e Chinatown (nella Lower East Side).
  • Soho e Tribeca, due caratteristici quartieri del sud di Manhattan riconoscibili per gli edifici in ghisa e dove vivono molti artisti newyorkesi.

    Soho
    Soho
  • Greenwich Village senza dubbio uno dei quartieri più eclettici della città, popolato da artisti e studenti della New York University.

    Greenwich Village
    Greenwich Village
  • East Village, storico quartiere newyorkese tra i più trendy.
  • Il quartiere di Gramercy dove vedere il Flatiron Building, Gramercy Park e Madison Square e dove potrete trovare anche Eataly.
  • L’Empire State Building.

    Empire State Building
    Empire State Building
  • Il Madison Square Garden, la High Line, il megastore Macy’s ed Herald Square, zona molto chic di New York.
  • Il cuore di New York, il Theater District così chiamato per i suoi teatri che sorgono per lo più su Broadway.

    Broadway
    Broadway
  • Times Square.
  • Bryant Park e il Rockfeller Center con il suo osservatorio: Top of The Rock.
  • Se siete amanti delle serie televisive e avete seguito con trepidazione le vicende degli aspiranti agenti dell’FBI in “Quantico” fate un giro al Grand Central Terminal, intorno a cui ruota tutta la prima serie di puntate del fortunato telefilm a stelle e strisce.

    Grand Central
    Grand Central
  • Upper Midtown, una delle zone più ricche ed esclusive di New York City dove sorgono la Trump Tower, l’IBM Building, il Citigroup Center.
  • La bellissima St Patrick’s Cathedral.
  • I negozi sulla 5th Avenue.
  • Central Park, polmone verde della città.

    Central Park
    Central Park
  • Upper Wes Side con il suo Lincoln Center, il quartiere di Harlem e la Columbia University.
  • Brooklyn Heights Promenade che regala una vista fantastica sulla Lower Manhattan, da qui potete poi decidere se attraversare a piedi il Brooklyn Bridge oppure andare a visitare Williamsburg, caratteristico quartiere di Brooklyn.

    Ponte di Brooklyn
    Ponte di Brooklyn

Cosa mettere in valigia

Intanto iniziamo con il dire che New York offre infinite opportunità di shopping ed è sempre miglia avanti per quanto riguarda moda e tendenze, quindi vi consiglio di portarvi un borsone vuoto da riempire con gli acquisti che farete lì oppure di partire con l’essenziale e per poi completare i vostri look direttamente in loco per sembrare una vera newyorkese e non la milionesima turista con in fronte la scritta lampeggiante “Sono qui per vivere un’esperienza alla Sex and the city”!

Il periodo migliore per visitarla è quello autunnale da settembre a novembre oppure in primavera, perché c’è spesso il sole, le temperature sono abbastanza miti e nell’aria non c’è quell’umidità tipica dell’estate newyorkese.

Punta su colori scuri in tema autunnale, che ti permettano di mescolarti nel tran tran dei normali cittadini: punta su pantaloni dal taglio aderente, abbinati a maglie leggere a manica lunga o tre quarti o camicie, chiodo di pelle, pashima o foulard al collo e stivali rigorosamente sopra i pantaloni. Oppure porta vestitini che si adattino bene sia al giorno che alla sera, cambiando semplicemente accessori: calze pesanti e stivali per il giorno, calze velate e decolletes per la sera.

In primavera invece via libera ai vestiti più leggeri, in colori pastello o anche scuri (molti newyorkesi preferiscono le tonalità più scure durante tutto l’anno). Pantaloni e top da indossare con una giacca leggera oppure un morbido cardigan per le giornate/serata più fresche.

street-style-new-york-valigia

Poi sia che siate o meno delle sportive, portate un abbigliamento per fare jogging (stile Sex and the city no tuta alla casalinga disperata!): non si sa mai chi si può incontrare facendo una corsetta nel parco!

In qualsiasi stagione non dimenticate di portare con voi un ombrello e un impermeabile, caricabatterie per i vostri dispositivi elettronici (computer, cellulare, tablet, ecc.), gli adattattori per le prese di corrente (quelle americane hanno due spine piatte), verificate se i vostri apparecchi accettano 220 e 110 V.

Munitevi infine di un lucchetto TSA per la vostra valigia o se dovete comprarne una, prendetela già con una serratura TSA. Sono la tipologia prevista dalla normativa di sicurezza americana e che in aeroporto consente in caso di bisogno di aprire i bagagli senza danneggiarli.

Dove mangiare e cosa mangiare

Se volete vivere la vostra vacanza da vera newyorkese dimenticate per qualche giorno le nostre care abitudini da italiani: pasta, pizza e vino (qui è molto costoso perché considerato un alimento di pregio, magari riservatelo per un’occasione speciale!).

Intanto, soprattutto pasta e pizza non hanno il sapore che trovate in Italia. Ma se proprio siete in crisi d’astinenza, andate da Eataly (ebbene si! È sbarcato anche qui) per la pasta e da Grimaldi, vicino al ponte di Brooklyn, per la pizza.

Grimaldi restaurant
Grimaldi’s pizzeria

E ancora per un brunch a base di cucina mediterranea, non proprio a buon mercato ma di ottima qualità, vi consiglio Estela a Nolita (47 east houston street). Grazioso localino, molto piccolo, con circa 35/40 posti a sedere, quindi non dimenticate di prenotare se non volete rischiare di non trovare posto.

Estela ristorante (NoLita - New York)
Estela ristorante (NoLita – New York)

Se volete provare il cibo Fast food, il simbolo dell’America a tavola, un po’ come la pasta per noi italiani. Potreste gustare ottimi hot dog da Nathan’s a Coney Island, qui si svolge la gara annuale dei mangiatori di hot dog; ma anche quelli che vendono i carretti che si trovano lungo le strade, proprio come si vede nei film, sono molto buoni e a prezzi più economici.

Nathans
Nathan’s

Per gli hamburger invece provate Shake Shack, che offre ottimi hamburger a prezzi low cost (più bassi del Mac). Oppure se siete amanti dei sapori più forti e decisi, cogliete l’occasione di provare Chipotle, la catena di fast food dedicata al cibo messicano.

Hamburger di Shake shack
Hamburger di Shake shack

Ma se volete davvero fare le newyorkesi non potete perdervi un goloso spuntino o pranzo a base di bagels in quello che è il miglior posto dove gustarli: H&H Midtown Bagels.

H&H bagels
H&H bagels

Per il pranzo, assolutamente da provare il Chelsea Market: un mercato al coperto, in cui c’è Loabster Place. Un posto dove potrete gustare squisite aragoste, sushi, loabster roll e tanti altri piatti preparati con pesce fresco.

Chelsea market
Chelsea market

Se invece siete delle inguaribili salutiste, di quelle che non riescono a mettere da parte le sane abitudini neanche in vacanza. Whole Food Market, troverete ciò che fa per voi. È una catena di supermercati, con molti alimenti biologici e senza glutine, che offre una vasta selezione di primi e secondi caldi e freddi e insalate.

Whole Foods Market
Whole Foods Market

Una sorta di self service in cui si paga al peso alla cassa; al suo interno ci sono anche tavoli e posate per mangiare comodamente seduti. O se preferite potete portare tutto via e consumare il vostro pasto in un parco, specialmente se è una splendida giornata di sole.

Per le patite di cinema da non perdere assolutamente il brunch da Katz’s Delicatessen, quello della famosa scena di “Harry ti presento Sally” (e a buon intenditor…).

Katz's Delicatessen (scena dal film "Harry ti presento Sally")
Katz’s Delicatessen (scena dal film “Harry ti presento Sally”)

Mentre per una serata chic, magari gustando un buon Comopolitan, vi consiglio la splendida terrazza-bar-ristorante, al 20° piano del 230 Fifth Avenue di Manhattan, di fronte all’Empire State Building.  Dalla terrazza, potrete godere una vista mozzafiato di New York, cullate da un piacevole mix di musica lounge e chill out e accoccolate, se l’aria di fa più frizzante, in un caldo accappatoio di pile porpora, tra quelli messi a disposizione per i clienti del locale.

230 fith Avenue rooftop bar
230 fith Avenue rooftop bar

Shopping

Tutti impazziscono per un souvenir con la scritta, l’immagine, il logo di New York, quindi vi sarà sicuramente facile trovare qualcosa che sarà gradito da parenti e amici rimasti a casa. Se non volete dedicare troppo tempo a questo aspetto della vacanza recatevi a Times Square dove ci sono un paio di negozi molto grandi di souvenir, dove potrete trovare di tutto: tazze, portachiavi, felpe, peluche, borse, magliette con statue della libertà, abbigliamento e gadget delle squadre di baseball e di Hockey.

5th Avenue
5th Avenue

Mentre per voi (anche se qui a meno che non siate delle multimilionarie vige il motto “Vorrei ma non posso!”), riservatevi un giro lungo la Fifth Avenue, dove la maggior parte sono boutique e negozi di lusso. Mentre per fare dei buoni affari non perdetevi l’outlet “Century21“ vicino a Wall Street, dovete potrete trovare abbigliamento di marca a prezzi davvero interessanti.

L’esperienza assolutamente da fare

Un giro nel reparto argenti della maxi boutique di Tiffany lungo la Fifth Avenue, dove potrete soddisfare i vostri desideri senza prosciugare portafoglio e conto in banca.

Tiffany
Tiffany

E se per caso siete state così fortunate da trovare l’amore (o qualcosa che gli somiglia :o) ) non perdete assolutamente l’opportunità di fare un romantico giro in carrozza a Central Park al tramonto o magari all’alba dopo una folle notte passata tra le mille luci di New York New York!

Passeggiata in carrozza a Central Park (New York)
Passeggiata in carrozza a Central Park (New York)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

What City Do You See?