Spaghetti alla Carbonara: la ricetta originale

Gli Spaghetti alla carbonara, risultano da fonti ufficiali, uno dei piatti della tradizione culinaria italiana che vanta più tentativi di imitazione all’estero. Vediamo insieme cosa prevede la ricetta originale per farli a prova di chef!

spaghetti alla carbonara con ingredienti intorno

Gli spaghetti alla carbonara, sono una ricetta classica della tradizione culinaria laziale, variante più ricca di un altro grande cavallo di battaglia: la cacio e pepe. Infatti basta aggiungere a quest’ultima ricetta uova e guanciale per ottenere la carbonara.

Nonostante le origini laziali sembrano essere le più accreditate, sono tante le voci che si rincorrono circa la nascita della ricetta degli spaghetti alla carbonara, da quella che ne attribuisce l’invenzione durante la seconda guerra mondiale per donare un tocco di familiarità ai soldati angloamericani che combattevano in Italia, visto che il piatto viene ricordato per la prima volta nel 1944 dopo la liberazione di Roma, quando nei mercati romani apparve il bacon portato proprio da questi ultimi, a quella che vuole la ricetta “inventata” dai carbonai (carbonari in romanesco),  che dovendo sorvegliare a lungo la carbonaia durante la produzione della carbonella, dovevano avere con sé viveri necessari, che fossero facilmente reperibili, trasportabili nei loro tascapani e conservabili. Il pepe era usato in grande quantità per la conservazione del guanciale, il cui grasso sciolto nella rosolatura sostituiva l’olio, troppo caro per i carbonai.

Indipendentemente da quali siano le sue vere origini è indubbio che gli spaghetti alla carbonara sia un piatto goloso, veloce da preparare e tra le ricette italiane più imitate (con opportune varianti sull’originale) all’estero, tanto che in Francia e Germania, si possono trovare preparati liofilizzati all’aroma di carbonara.

Gli stessi chef ed esperti di cucina italiana, ne hanno messo appunto negli anni diverse rivisitazioni per andare incontro ai gusti che cambiano, come ad esempio la “carbonara vegetariana“, in cui il guanciale viene sostituito con le zucchine oppure la “carbonara di mare“, con frutti di mare o pesce di vario tipo al posto del guanciale.

Ma noi che rimaniamo fedeli alla tradizione Made in Italy vi riportiamo di seguito l’originale ricetta degli spaghetti alla carbonara, suggerendovi al massimo un buon vino con cui accompagnarla: rimanendo nel Lazio, abbiamo pensato all’Orchidea di Tenuta le Quinte, un bianco dotato di una bella acidità e di grande sapidità per ripulire la bocca dal grasso della carbonara.

Difficoltà: medio/bassa

Preparazione: 25 minuti

Tempo di cottura: 10 minuti

Ingredienti per 4 persone:

  • 360 gr di spaghetti (più sono ruvidi e meglio di attacca il condimento)
  • 200 gr di guanciale di maiale (per una versione un po’ meno calorica potreste optare per la pancetta affumicata)
  • 4 tuorli d’uovo
  • 20 gr di pecorino grattugiato a persona (circa un cucchiaio colmo)
  • olio evo q.b.
  • Sale e pepe q.b.

Preparazione:

    • Mettere sul fuoco una pentola con abbondante acqua non salata adatta a contenere gli spaghetti.
    • Portate a bollore e salate, nel frattempo tagliate il guanciale (o la pancetta) a cubetti e mettetelo in un tegame antiaderente senza aggiungere olio e fatelo rosolare finché non apparirà parzialmente croccante e il suo grasso inizierà a diventare trasparente, quindi aggiungete un cucchiaio di acqua di cottura e continuate a cuocere a fuoco moderato, per una decina di minuti.
    • Una volta pronto il guanciale, spegnete il fuoco e lasciate stiepidire.
    • In una ciotola, mettete i quattro tuorli d’uovo e iniziate a sbattere aiutandovi con una frusta come fate per la frittata, unite quindi pecorino e un bel pizzico di pepe nero e continuate a sbattere fino ad ottenere un composto omogeneo.
    • Se il composto vi sembrerà troppo denso, potete sempre allungarlo aggiungendo un cucchiaio d’acqua di cottura degli spaghetti.
    • Quando l’acqua avrà raggiunto il bollore salatela e versate gli spaghetti, avendo cura di cuocerli al dente.
    • Una volta che gli spaghetti saranno cotti, scolateli e metteteli in una insalatiera sufficientemente capiente, unite il guanciale (o la pancetta) precedentemente preparato e mescolate con cura aiutandovi con due forchette.
    • Quindi unite il composto di uova e pecorino e continuate ad amalgamare gli ingredienti finché le uova non si saranno rapprese.
    • Impiattate gli spaghetti ben caldi, completando ogni porzione con una spolveratina di pecorino e pepe nero per aggiungere un ulteriore tocco di sapore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

What City Do You See?