Pedicure fai da te: 10 suggerimenti per prendersi cura dei piedi

In vista della bella stagione piedi curati e belli sono d’obbligo, e se non avete il tempo di andare dall’estetista e amate il fai da te, vi sveliamo come realizzare una pedicure estetica a casa vostra in 10 semplici passi.

pedicure estetica fai da te

Avere piedi sani e curati è importante durante tutto il corso dell’anno oltre che per l’estetica, per il benessere di tutto l’organismo; infatti in Inverno è importante prendersene cura per evitare problemi che possono provocare dolore e trasformarsi in vere e proprie patologie e d’Estate per sfoggiarli con un aspetto impeccabile con sandali e scarpe aperte.

Per prendersi cura dei propri piedi, esistono 2 tipi di pedicure, una curativa mirata ad eliminare alcune problematiche quali calli, duroni, unghie incarnite, micosi delle unghie, vesciche, verruche, ecc, e va fatta in centri specializzati da un podologo, ed uno estetica, che serve principalmente per mantenere in ordine ed abbellire, i nostri piedi quando non si è in presenza di particolari criticità.
Se non riuscite a trovare mai il tempo di andare dall’estetista per una prendervi cura dei vostri piedi e siete amanti del fai da te, ecco 10 semplici passaggi per fare una perfetta pedicure in casa, basta solo procurarsi: una bacinella con acqua calda per immergere i piedi per 5-10 minuti; un kit per pedicure, reperibile in profumeria, o in alternativa, forbicine, tagliaunghie, pietra pomice, spazzolino per unghie, lima di cartone, separatori per dita o in alternativa batuffoli di cotone; sale grosso o bicarbonato o amido di mais; crema esfoliante con spugna da scrub; asciugamano, preferibilmente di cotone; olio rilassante o crema idratante e nutriente; smalto trasparente, smalto colorato; acetone; fissativo per smalto.

Il trattamento che vi suggeriamo va ripetuto una volta a settimana per avere piedi in ordine e ben curati e prevede:

  1. eliminazione del vecchio smalto con ovatta e acetone; l’ideale sarebbe toglierlo almeno uno o 2 giorni prima per lasciar respirare l’unghia, prima dell’applicazione del nuovo smalto;
  2. pediluvio: immergete i piedi per almeno 15-20 minuti in una bacinella con acqua tiepida e un prodotto con proprietà detergenti, antinfiammatorie e idratanti come sale grosso o bicarbonato oppure amido di mais; così darete sollievo anche ai piedi stanchi e se alternate acqua fredda e acqua calda, riattiverete la circolazione prevenendo così la formazione di vene varicose;
  3. asciugatura: passato il tempo di ammollo asciugate bene i piedi specialmente in mezzo alle dita, onde evitare la formazione di funghi e germi della pelle, meglio se con un asciugamano di cotone o comunque fibre naturali;
  4. taglio delle unghie: è preferibile tagliarle orizzontalmente con un taglio netto senza seguire la loro naturale linea, questo per evitare che tocchino i bordi e quindi il fenomeno delle unghie incarnite;
  5. limatura unghie: la limatura va fatto dall’esterno dell’unghia verso l’interno per evitare sfaldamenti di quest’ultima;
  6. trattamento di calli e duroni con pietra pomice: eliminate callosità e duroni che normalmente si formano sotto pianta e tallone, usando una pietra pomice che nell’azione di sfregamento leviga la superficie eliminando pelle morta e callosità;
  7. esfoliazione: applicate una crema esfoliante sui piedi partendo dalla punta delle dita e procedendo verso la caviglia, massaggiando con movimenti circolari, magari aiutandovi con una spugnetta da scrub, in particolare sotto il tallone dove la pelle è più dura, quindi risciacquate con abbondante acqua e asciugate con cura come dopo il pediluvio;
  8. rimozione delle pellicine: con un bastoncino per cuticole eliminate le pellicine morte che si formano intorno all’unghia, semplicemente spostandole; questo permette di liberare bene l’unghia per l’applicazione dello smalto;
  9. applicazione crema idratante: dopo l’esfoliazione è sempre opportuno applicare una crema idratante, magari con un leggero massaggio che riattivi la circolazione partendo dalle dita e arrivando alla caviglia;
  10. applicazione smalto: terminate la vostra pedicure fai da te con l’applicazione dello smalto, magari cominciando con uno trasparente che abbia un’azione fortificante e quindi procedere alla stesura di quello colorato, che non trovandosi a diretto contatto con l’unghia eviterà di macchiarla, inoltre ricordate per non rischiare di rovinare le unghie di non tenere lo smalto per più di 6 giorni consecutivi e di lasciale senza per un paio di giorni prima di procedere alla nuova applicazione. Per ottenere un miglior risultato nell’applicazione dello smalto separate le dita con dell’ovatta o con un apposito separatore e di usare un fissatore per smalto dopo l’applicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

What City Do You See?