Pandoro fatto in casa: il dolce Natale di Verona

Pandoro
Pandoro fatto in casa: il dolce Natale di Verona

Il Pandoro dolce natalizio dall’inconfondibile base a forma di stella, tipico della tradizione culinaria del Veneto, oltre ad essere insieme al Panettone uno dei dolci natalizi più diffusi d’Italia, è anche uno tra i più longevi! Infatti sembra che la storia del Pandoro, risalga alla Venezia rinascimentale, anche se la data di nascita ufficiale si fa risalire al 14 Ottobre 1894, quando il signor Melegatti ne depositò la ricetta all’Ufficio Brevetti di Verona, facendola diventare la patria ufficiale del Pandoro.

La ricetta depositata dal signor Melegatti prevedeva che il Pandoro originale, doveva essere caratterizzato dalla forma ad 8 punte e da una pasta gialla e morbida e da ingredienti semplici e genuini, che volendo potete facilmente reperire anche voi nel vostro supermercato di fiducia e provare a cimentarvi con questa centenaria ricetta.

Quindi armatevi di tutti gli ingredienti, uno stampo adatto, tempo e tanta pazienza e il Pandoro fatto in casa è servito!

Difficoltà: difficile

Preparazione: 1 giorno

Tempo di cottura: 15 minuti a 170°+ 50 minuti a 160°

Ingredienti per un pandoro da 750 gr:

  • 20 gr lievito di birra
  • 1 tuorlo
  • 3 uova
  • 60 ml di latte
  • 450 gr di farina manitoba
  • 140 gr di zucchero a velo
  • 170 gr di burro
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 bacca di vaniglia

Preparazione:

    • Versate il latte in un pentolino e intiepiditelo.
    • In una ciotola versate il latte tiepido, unite 15 gr di lievito di birra, un tuorlo d’uovo e un cucchiaio di zucchero e mescolate.
    • Aggiungete al composto precedente 50 gr di farina setacciata e amalgamate bene il tutto, in questo modo avete ottenuto il cosiddetto lievitino che vi servirà per far cominciare la lievitazione della pasta.
    • Coprire con un tovagliolo e lasciare riposare al caldo a circa 30° per un’ora intera o finché il volume della pasta non sarà raddoppiato.
    • Verso la fine del tempo di lievitazione sciogliete in una ciotola i 5 gr di lievito rimasti con 3 cucchiai di latte e aggiungere il tutto al composto lievitato.
    • Aggiungete quindi 100 gr di zucchero e un uovo e mescolare bene.
    • Continuando a mescolare, aggiungete 200 gr di farina e continua ad impastare.
    • Quindi aggiungete 30 gr di burro a temperatura ambiente e continuate ad amalgamare l’impasto.
    • Quando avrete ottenuto un impasto ben amalgamato, coprite nuovamente e lasciate riposare al caldo (circa 30°) per un’altra ora.
    • Passata l’ora o comunque quando la pasta avrà raddoppiato il suo volume, unite la restante farina, le uova, lo zucchero, il sale e i semi della bacca di vaniglia.
    • Impastate bene fine ad ottenere una pasta ben amalgamata e compatta.
    • Imburrate una ciotola e metteteci dentro l’impasto a lievitare almeno per 2 ore o finché non raddoppia il suo volume.
    • Quando la pasta avrà raddoppiato il suo volume metterla in frigorifero per 10 ore, tutta la notte.
    • Passate le 10 ore, riprendete l’impasto dal frigorifero e stendetelo con un mattarello su una spianatoia e dategli  una forma quadrata.
    • Mettete al centro del quadrato 140 gr di burro e richiudete la pasta, portando ogni spigolo del quadrato al centro coprendo il burro.
    • Stendere di nuovo con il mattarello cercando di formare un rettangolo e facendo attenzione a non far uscire il burro.
    • Piegate il rettangolo in tre lungo il lato più lungo e mettetelo in un sacchetto per alimenti e lasciarlo riposare in frigorifero per 20 minuti.
    • Passati i 20 minuti riprendere la pasta ristenderla ripiegarla in 3 e rimetterla in frigorifero per altri 20 minuti.
    • Ripetere di nuovo l’operazione precedente.
    • A questo punto prendere l’impasto e formare una palla.
    • Imburrare uno stampo alto circa 20 cm e metterci dentro la palla, coprirla con un tovagliolo e lasciare lievitare la pasta fino a che non uscirà dai bordi dello stampo.
    • Preriscaldare il forno a 170°.
    • Mettere lo stampo in una pirofila con dell’acqua e infornare nella parte inferiore del forno.
    • Cuocere in forno statico per 15 minuti.
    • Quindi portare il forno a 160° e cuocere sempre in forno statico per 50 minuti.
    • Una volta pronto sfornate, lasciate raffreddare e cospargete con lo zucchero a velo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

What City Do You See?