Liquori fai da te: Elisir di China, l’amaro digestivo dal gusto amabile

 Liquori fai da te, ecco la ricetta e i semplici passi per fare in casa l’elisir di china, l’amaro digestivo dal gusto amabile e che non dovrebbe mai mancare in casa; usato in tempi antichi per curare la malaria, oggi è usato come ottimo digestivo, rinfrescante aperitivo e bevuto caldo con limone e zucchero aiuta a combattere il raffreddore.

bicchiere di china fai da te

L’elisir di china è una bevanda officinale, le cui origini risalgono al ‘700, quando veniva preparata una bevanda simile principalmente per combattere la malaria, in quanto nella corteccia della china, pianta diffusa originariamente solo sulle Ande, conteneva degli alcaloidi dai quali si estraeva il chinino, sostanza appunto utile contro la malaria.

Dal Novecento, una volta sconfitta la malaria, si iniziò a consumare la china semplicemente come amaro digestivo o come aperitivo.

L’elisir di china, è una bevanda a base di estratti alcolici della corteccia della pianta di china e presenta un colore molto scuro, quasi nero, una consistenza densa e vellutata e una gradazione di circa 30° alcolici; il suo caratteristico gusto molto aromatico, balsamico e amaro-dolce, lo rende piacevole da bere sia come digestivo dopo pasto che come aperitivo con aggiunta di ghiaccio o miscelato in cocktail come lo spritz e se lo bevete caldo con aggiunta di limone e zucchero può essere un ottimo alleato contro il raffreddore.

Difficoltà: facile

Preparazione: 30 minuti

Tempo di macerazione e affinamento: 12 giorni di macerazione + 12 mesi di affinamento in bottiglia

Ingredienti per circa 2 litri:

  • 50 gr di corteccia di china del Perù (reperibile in erboristeria)
  • 7 gr di scorza d’arancia seccata
  • 890 ml di alcol a 95°
  • 700 gr di zucchero
  • 600 ml d’acqua

Preparazione:

    • Prendete un recipiente di vetro con chiusura ermetica e versateci 320 ml di alcool, 150 ml di acqua, la corteccia di china a pezzettini e la scorza d’arancia seccata tritata.
    • Chiudete il recipiente e lasciatelo a macerare in un luogo non freddo per circa 12 giorni, avendo cura di agitare il recipiente un paio di volte al giorno.
    • Trascorsi i 12 giorni prendete un panno di cotone pulito e filtrate il contenuto del recipiente, avendo cura di strizzare bene il panno con dentro i residui di china e scorza d’arancia in modo da estrarne tutto il succo.
      Elisir china fai da te
    • A quest punto filtrate di nuovo il liquido usando un imbuto in cui avrete messo della carta filtro.
    • Preparate lo sciroppo, facendo scaldare l’acqua in una pentola, unendo lo zucchero e mescolando finché non si sarà completamente sciolto.
    • Una volta sciolto lo zucchero, spegnete il fuoco e lasciate raffreddare completamente lo sciroppo così ottenuto.
    • Quindi miscelate lo sciroppo ormai freddo, con l’alcol aromatizzato con la china e il restante alcol.
    • Versate il composto così ottenuto in 2 bottiglie di vetro da 1 litro ciascuna, tappatele bene e lasciate affinare per almeno 12 mesi prima di berlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *