Italia a tavola: sapori d’Autunno

sapori -autunnoL’Estate è appena finita, ma già tutto intorno a noi è pieno degli inconfondibili colori e sapori d’Autunno! Se per un attimo vi fermate a riflettere vi accorgerete che ogni stagione ha qualcosa di speciale, e allora non fatevi abbattere dai primi freddi e dalle foglie che cadono, ma cercate di godervi il meglio anche dall‘Autunno dalle tinte calde e vivaci e i sapori genuini della nostra Italia.

Colori caldi e intensi come il giallo, il rosso, l’arancione e il marrone, colori che, in questo periodo dell’anno, ritroviamo anche sulle tavole italiane da nord a sud.

L’aria si fa frizzantina e si comincia ad avere voglia di serate intorno al fuoco, di piatti caldi quali zuppe, minestre e creme di verdure e legumi tipici di questo periodo e della tradizione culinaria della nostra Italia.

Ecco quindi che nei mercati e sulle tavole cominciano ad apparire il mais dorato che ci richiama subito alla mente paioli fumanti di polenta, i cachi e le zucche con il loro vivace arancione che ci riporta subito alla mente la festa di Halloween, i melograni con il loro rosso aranciato e tutte le sfumature del marrone con castagne, regine indiscusse del periodo autunnale, nocciole, noci, funghi e tutta la bella frutta e verdura tipica questa splendida stagione.

Sono questi quindi i principali sapori e colori dell’Autunno appena iniziato; cibi e sapori che rappresentano un vero e proprio toccasana non solo per il palato ma anche per la salute, in quanto ricchi di sostanze (sali minerali, vitamine e proteine) che ci aiutano a preparare le nostre difese immunitarie per affrontare il lungo periodo invernale e pertanto non devono assolutamente mancare sulla tavola di tutti i giorni per garantirci una dieta sana ed equilibrata.

L’uva ad esempio è ricca di calcio, potassio, vitamine e sali minerali che ci garantiscono un piacevole effetto purificante; inoltre in questo periodo è anche protagonista della vendemmia (vini e grappe), e a proposito di vino, i primi freddi sono perfetti per gli stracotti di carne in un corposo rosso italiano, tipo il Barolo (Piemonte) o il Morellino di Scansano (Toscana) o il Cesanese del Piglio (Lazio).

Tornando ai prodotti della terra, troviamo i legumi, adatti ad arricchire zuppe (la zuppa toscana di cereali e legumi) e minestre (pasta e fagioli), nelle sere più fredde; legumi che sono ricchi di vitamina B1, vitamina H, acido folico, ferro (specialmente le lenticchie ne sono ricche), magnesio, zinco e proteine sicuramente più sane di quelle animali presenti nella carne.

Altro alimento tipico di questo periodo sono i funghi. Vi ricordate Alice che nel Paese delle meraviglie mangiava il fungo magico? Beh tutti i torti non li aveva, perché a modo loro sono magici in quanto hanno un fortissimo potere antiossidante (12 volte di più del germe di grano), sono una buona fonte di fibre, selenio ( vitale per il sistema immunitario ) e vitamine del gruppo B e udite udite, sono a basso contenuto calorico!!!!! E allora che ne dite di una bella ricetta a base di funghi, tipo le “tagliatelle di castagne ai funghi porcini” o le “orecchiette con salsiccia e funghi“?

E che dire della zucca?! La sua polpa arancione ricca di betacarotene, vitamina A ed E (antiossidanti) è perfetta per molte gustose ricette di questo periodo dal semplice “risotto con zucca e radicchio” (Veneto) alle insalate fatte con i suoi semi tostati, e si perché anche i semi della zucca sono un vero toccasana per la nostra salute, pensate che contengono grassi insaturi, omega 6, zinco e potassio. Allora che aspettate? correte al mercato a procurarvene una e dopo svuotata, decoratela e usatela per accendere la vostra notte di Halloween e proteggere così la vostra casa dagli spiriti che vagheranno in cerca di conforto.

A questo punto non mi resta che invitarvi a leggere le ricette citate nel post nell’apposita sezione del magazine, augurandovi un buon appetito con i sapori genuini dell’Autunno, certa che il vostro organismo vi ringrazierà!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *