Giamore fotografa i gusti degli italiani per San Valentino 2015

gioielli-sa-valentino

In fatto di gioielli è l’anello quello preferito, secondo il nostro sondaggio dal 35,1%, mentre l’orologio dal 27%. Secondo il nostro campione il 30,4% degli italiani vuole uno o più diamanti come regalo.

Per San Valentino regalatevi un viaggio, meglio se a Venezia o Parigi. La sera puntate ad un film d’amore come Pretty Woman, una cena casalinga, magari preparata da voi. Per regalo una donna su tre vorrebbe un diamante, ma l’uomo preferirebbe non regalare nulla. La serata si conclude con un sottofondo musicale dolce come quello di Jovanotti, soddisfacendo qualche piccola fantasia sessuale.

E’ questa la fotografia che emerge dal sondaggio, effettuato dal brand di gioielleria d’alto lusso Giamore, diffuso tramite social network GiamoreItalia, sito web www.giamore.com e mailing list. E’ un marchio italiano di gioielleria di lusso: creazioni uniche realizzate dall’estro dell’artista Danilo Giannoni. L’azienda, fondata nel 2012, è già una solida realtà nel panorama internazionale, con un laboratorio a Hong Kong e alcune collaborazioni in Italia, il tutto gestito da italiani e francesi. I suoi gioielli sono caratterizzati da una manodopera altamente specializzata nella ricerca e nell’acquisizione di pietre rare e nella creazione di pezzi unici, realizzabili su misura, secondo il gusto e la personalità della propria clientela e dei collezionisti.

REGALI – In occasione del lancio italiano del brand e del concorso con le sedi di Roma e Milano dell’Accademia del Lusso alla ricerca di fedi nuziali per lei e per lui, è stato lanciato un sondaggio sui gusti degli italiani tra musica, viaggi, cinema, lusso e regali. Tra i regali più desiderati da uomini e donne, il viaggio è al primo posto, scelto dal 54% degli intervistati. Sono soprattutto le donne a preferirlo, con il 59% delle preferenze, contro il 41% degli uomini. La seconda scelta cade invece sul gioiello: il 14,5% lo preferisce a qualsiasi altra cosa, ma 2/3 sono donne. Sotto il 10% tutte le altre preferenze, che nel nostro sondaggio erano fiori (6,4%), capi di abbigliamento (5,6% di cui la totalità di sesso maschile), mentre un 4,8% preferisce non ricevere nulla, ma a rispondere così sono quasi esclusivamente gli uomini.

Due le domande relative al turismo: una per quanto riguarda la città più romantica d’Italia, un’altra per quella europea. Nel Belpaese la grande preferita è Venezia, con il 39,3% delle preferenze, seguita da Firenze con il 23,9%, mentre al terzo posto si classifica Roma, con il 16,2%. Al 9,4% le altre proposte dagli utenti, con Verona e Torino in primis. A seguire c’è Napoli con il 6,8%, Milano con il 2,5%, Pisa con l’1,7%. Le risposte hanno accomunato più o meno uniformemente sia uomini che donne.

Per quanto riguarda la meta turistica estera, confermata Parigi come capitale dell’amore, con il 40,6% di voti, seguita da Londra con il 13,5% e Praga con il 12,7%. Nella nostra classifica rientra al 10,17% la voce altro, comprendente soprattutto Austria e vette. A seguire Barcellona, con il 9,3%, Budapest con il 7,6%, Bruges con il 5,9%. La differenza tra universo maschile e femminile qui si nota di più: la capitale francese è leggermente preferita dalle donne, mentre gli uomini volerebbero a Londra e, soprattutto, Budapest e Barcellona. Bruges, invece, sembra piacere quasi esclusivamente al mondo femminile.

LUSSO – In fatto di gioielli è l’anello quello preferito, secondo il nostro sondaggio dal 35,1%, mentre l’orologio dal 27%. Non sorprende che quest’ultimo sia soprattutto scelto dagli uomini (quasi il 73%), ma fa riflettere che soltanto il 17% di loro avrebbe voluto un anello. Tra gli altri regali in classifica, il braccialetto conquista il terzo posto con il 15,3% delle preferenze, equamente distribuiti tra maschi e femmine. A seguire gli orecchini (9,01%), il pendente (8,1%), la spilla (2,7%) e i gemelli (2,7%).

E poi l’ennesima conferma in fatto di lusso: secondo il nostro campione il 30,4% degli italiani vuole uno o più diamanti come regalo. E’ l’uomo a subire meno il fascino delle pietre: del precedente numero solo il 21% ha spuntato la casella. E se i diamanti si confermano i principali amici dell’universo femminile, gli uomini optano, anche se di pochi punti percentuali, per l’oro e l’argento. Nel complesso l’oro è stato selezionato dal 24,3%, mentre l’argento dal 26,1%. Rubini, brillanti e topazi affascinano poco più del 10%, mentre l’8,7% punta ad altro preferendo, nel 69% dei casi che si tratta di acciaio.

I GIOIELLI DI SAN VALENTINO –Gli anelli della collezione Match di Giamore rappresentano l’unione di due anime: belle singolarmente, ma perfette insieme. Un gioiello che si rafforza con l’amore, con l’esperienza, con la conquista, alla ricerca di nuovi obiettivi e di nuove forme.  In alternativa c’è la collezione di pendenti Shell, che rappresenta un cuore mai così prezioso e così moderno: argentium e diamanti danno valore aggiunto al simbolo dell’amore, lo impreziosiscono, lo rendono eterno. Un cuore che assomiglia a una conchiglia, detentrice di un dolcissimo segreto: sarà per sempre. O almeno così si spera.

LA CENA – Tornando al sondaggio, passiamo dal regalo alla cena: sarà per la crisi, sarà per avere un po’ di intimità, ma quest’anno si festeggia tra le mura domestiche. Il 36,13% è disposto a mettersi tra i fornelli, con una leggera preferenza “rosa”, mentre il 35,2% preferisce il classico lume di candela al ristorante. A seguire c’è la trattoria, con l’11,7% delle risposte, la pizzeria con il 7,5% e la cucina asiatica con il 5,8%. C’è anche chi preferisce una consegna a domicilio: sono il 2,5%.

Ma una volta seduti a tavola, scoprite che accanto a voi c’è una coppia omosessuale: 3 persone su 4 non vede nessuna differenza nel loro orientamento, mentre circa il 10% si abbandona a frecciatine e si scandalizzerebbe se si scambiassero un bacio. Sembra strano ma ad essere più colpiti da tale scena sono i meridionali (60%), e la metà ha almeno il titolo di laurea. L’11,8 ritiene la situazione romantica, mentre nessuno sarebbe disposto ad abbandonare il tavolo.

E per il dopocena? Nulla. Il 37,8% preferisce terminare così la serata, più della metà è composto da donne. Ma c’è anche chi farebbe una passeggiata, pari al 36,9%. Soltanto l’8,4% andrebbe al cinema, il 3,3% a ballare, mentre il 2,5% al teatro.

Una volta a letto, la situazione si fa bollente: quasi il 36% del campione si lancerebbe in giochi erotici e a fantasie hot, di cui il 59% è donna. Il 24,5% opterebbe invece per un rapporto tradizionale, altrettanti – puntando sulla quantità – preferirebbero una doppia prestazione, richiesta nell’81% dei casi dalle partner, e un altro 24,5% sceglierebbe una dolce musica di sottofondo per accompagnare il prosieguo della serata.

FILM – Spazio anche al cinema e alla musica. Il film più romantico di sempre è un grande classico: Pretty Woman, con il 20,5% delle preferenze, mentre al secondo posto Romeo + Giulietta (16,2%). Medaglia di bronzo da dividere tra Titanic e Ghost, entrambi al 14,5%. A seguire nella classifica abbiamo Notting Hill, con il 10,2%, seguiti da La Bella e la Bestia (8,5%) e Brokeback Mountain (5,1%). Un 9,4%, infine, clicca altro: tra gli altri film menzionati, Shakespeare in Love e Dirty Dancing.

MUSICA – Se volete conquistare il cuore del vostro partner, dedicate una canzone: A te di Jovanotti è considerata la canzone più romantica di sempre, scelta da 36,5%. A seguire Angels di Robbie Williams con il 19,2%, All the man that I need di Whitney Houston con il 12,5%, Without You di Mariah Carrey (10,5%), E… di Vasco Rossi – votata solo dalle donne – il 3% per Ti amo di Umberto Tozzi e poco meno per The One di Elton John ed Hello di Lionel Richie. Il 6,7% suggerisce, invece, canzoni come Love me tender, She’s the one e Il cielo in una stanza.

Infine, a conclusione del sondaggio, una critica da muovere nei confronti di chi parla di San Valentino: il 32,4% reclama meno clamore mediatico, mentre il 29,9% l’ha dichiarato un giorno come altri. C’è anche un 17,9% che lo abolirebbe, di cui si scopre che la metà è single. Tra le cose meno apprezzate della festa dell’amore, secondo l’11,9% c’è la mentalità consumistica: sono soprattutto gli uomini a lamentarsene, circa il 62%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *