EsteticaMente: problemi di “Addome pendulo”

Dr. Erminio Mastroluca
Dr. Erminio Mastroluca

“Gentile Dottore, sono una donna di 37 anni. Ho perso, in seguito ad una dieta, circa 30 kg in meno di due anni ed ora la mia pancia è davvero messa male. Non solo ho delle serie difficoltà ad andare al mare, pur volendo indossare un costume intero non nasconderei tutta la pancia, ma anche nell’indossare abiti. Sono costretta a mettere delle maglie molto larghe per evitare che si noti tutta quella pelle in eccesso. Ho fatto molti sacrifici per perdere tutto questo peso ed ora non ho la possibilità di vestirmi in libertà. Vado in palestra ogni giorno, faccio massaggi e utilizzo ogni tipologia di crema per rassodare ma il risultato non cambia e il mio addome continua ad essere inguardabile. Il mio ombelico non si vede neppure. L’intervento chirurgico mi spaventa moltissimo e non vorrei arrivare a quello. Ho letto di una nuova metodica con dei fili, lei crede che funzionino?”

Anonima (Frosinone)

 

Gentile lettrice,

da come presenta la situazione clinica ho dei forti dubbi sul funzionamento dei fili. Mi spiego meglio: se l’eccesso di cute è così esuberante come lei lo descrive nessun filo riuscirebbe a tirare la pelle perché il problema reale non è la tonicità della pelle quanto piuttosto un eccesso della stessa. Se vuole risolvere la situazione deve necessariamente sottoporsi ad un intervento chirurgico di addominoplastica.

Non esistono creme, unguenti o bacchette magiche che possano risolvere un siffatto quadro clinico. Questo le permetterebbe, essendo magra come lei stessa dice, di avere un risultato eccellente, considerando che tutta la pelle in eccesso verrebbe rimossa e l’ombelico, attualmente cadente, riposizionato in un punto corretto. Si prenda il suo tempo per pensare, ma valuti che se vuole risolvere il problema la soluzione è solo chirurgica.

Dr. Erminio Mastroluca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *