Dolci Pasquali: le ciambelle marchigiane

Ciambelle marchigiane: un dolce che racchiude in sé tutto il sapore e i colori della Pasqua e della bella stagione.

dolci-pasquali-ciambelle-marchigianeLe ciambelle marchigiane sono un dolce ti pico pasquale della tradizione culinaria delle Marche, semplice da realizzare ma che richiede un po’ di pazienza per quanto riguarda i tempi di lievitazione.

Infatti, si narra che un tempo ” le vergare “, ovvero le massaie marchigiane, iniziavano ad impastare le ciambelle il venerdì santo per cuocerle il giorno di Pasqua. In realtà dopo la lessatura, è sufficiente una notte di lievitazione prima di cuocerle in forno, ottenendo comunque un ottimo risultato.

Una volta che le ciambelle saranno cotte potete sbizzarrire la vostra fantasie nel decorarle, scegliendo tra cioccolato fuso, ghiaccia reale e confettini di zucchero colorati, oppure semplici senza aggiungere altro sono ottime da inzuppare nel latte per la colazione di Pasqua.

Difficoltà: facile

Preparazione: 20 minuti + 1 ora di lievitazione del panetto madre + 4 ore di lievitazione dell’impasto

Tempo di cottura: 10 minuti a 200° + 45 minuti a 170°

Ingredienti per quattro persone:

  • 2 uova
  • 2 cucchiai di olio evo
  • 2 cucchiai di mistral
  • la scorza di un limone non trattato grattugiata
  • farina q.b.
  • albume e zucchero a velo per guarnire oppure cioccolato fuso
  • 2 cucchiai di zucchero

Preparazione:

    • Prendete una ciotola e rompeteci dentro le uova, unite lo zucchero, l’olio, il limone grattugiato e la farina un po’ alla volta la farina finché l’impasto mescolando, non avrà raggiunto una consistenza né troppo morbida né troppo dura.
    • Aggiungete il mistral e lavorate la pasta per qualche altro minuto.
    • A questo punto tagliate l’impasto in 4 o 6 pezzi a cui darete la forma di ciambella.
    • In una pentola sufficientemente capiente da contenere le ciambelle mettete a bollire abbondante acqua.
    • Quando l’acqua bolle lessate le ciambelle per almeno otto minuti e lasciate che si girino da sole su entrambi i lati.
    • Con una schiumarola, facendo attenzione a non romperle, togliete le ciambelle dall’acqua e mettetele a scolare su panno pulito.
    • Una volta asciutte, incidetele lateralmente per tutta la circonferenza e lasciarle riposare per almeno una notte.
    • Il giorno dopo, preriscaldate il forno a 180° e fatele cuocere per quaranta minuti o finché non avranno ottenuto un bel color biscotto.
    • A questo punto potete o decorarle oppure mangiarle così al naturale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *