Dolci natalizi regionali: il Pangiallo del Lazio

Dalla tradizione dolciaria del Lazio ecco la ricetta del Pangiallo, un dolce natalizio a base di frutta secca, caratterizzato dal colore giallo della sua glassa a base di zafferano.

Pangiallo-dolce-natalizio-del-Lazio-ricetta

Il Pangiallo è un dolce natalizio tipico del Lazio, che vanta origini antichissime risalenti niente meno che alla Roma imperiale. Si preparava il giorno del solstizio d’inverno come auspicio al ritorno del sole, di cui per forma e colore ne ricorda le fattezze.

Nel corso del tempo ha subito molte varianti e infatti in giro si trovano molteplici versioni, in alcune addirittura la tipica glassa gialla è stata sostituita con una più golosa a base di cacao.

Noi vi proponiamo la ricetta tipica personalizzabile come più vi piace per deliziare i commensali delle vostre luculliane tavole natalizie, come alternativa ai classici Pandoro e Panettone!

Difficoltà: media

Preparazione: 40 minuti

Tempo di cottura: 40 minuti

Ingredienti per quattro pangialli:

  • 200 gr di farina
  • 200 gr di miele
  • 150 gr di cioccolato
  • 200 gr di mandorle pelate
  • 200 gr di noci
  • 200 gr di nocciole pelate
  • 100 gr di pinoli
  • 100 gr di canditi
  • 300 gr di uva passa
  • scorza di una arancia e di un limone grattata

Per la glassa:

  • 2 cucchiai di farina
  • 2 cucchiai di olio
  • 1 bustina di zafferano
  • acqua q.b

Preparazione:

    • Prendete l’uva passa e mettetela a bagno in una ciotola per circa trenta minuti.

    • In un pentolino fate riscaldare il miele fino a che non diventa liquido, unite quindi la scorza dell’arancio e del limone grattata.
    • Tritate il cioccolato.
    • In un mixer tritate grossolanamente anche la frutta secca e mettetela in una ciotola con i canditi, l’uva passa strizzata e il cioccolato precedentemente tritato, quindi aggiungete il miele e mescolate con cura.
    • A questo punto unite la farina a poco a poco e amalgamate il tutto fino ad ottenere un composto omogeneo.
    • Infarinatevi le mani e formate con il composto quattro panetti e lasciateli riposare per un paio d’ore su una teglia da forno foderata con della carta forno.
    • Iniziate a preparare la glassa facendo scaldare in un pentolino la farina, l’olio e lo zafferano sciolto in un po’ d’acqua, allungate con altra acqua per formare una pastella fluida con cui spennellare i panetti.
    • Preriscaldare il forno a 180° e lasciare cuocere i pangialli per 40 minuti o comunque fino a quando si sarà formata una crosticina.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *