Dolci natalizi della tradizione piemontese: la torta gianduia

 

Torta Gianduia
Dolci natalizi del Piemonte – Torta Gianduia

Il Piemonte ha un’antichissima tradizione dolciaria fatta anche di cioccolato e in particolare il gianduia, che subito ci evocano alla memoria i famosissimi cioccolatini “Gianduiotti“.

Ma anticamente il consumo dei dolci in Piemonte era una prerogativa delle grandi occasioni, quali Natale, Capodanno, persino QuaresimaPasqua, battesimi, compleanni e matrimoni, ed è solo nell’epoca recente del “benessere economico” che il consumo dei dolci è stato sdoganato, entrando nel quotidiano.

Questo radicale cambiamento di mentalità ha portato quindi ad un aumento del consumo di dolci e di conseguenza della produzione e della varietà offerta.

E a proposito di tradizione, visto che ormai il Natale è alle porte, vogliamo proporvi questa dolcissima chicca della pasticceria piemontese: la Torta Gianduia.

Difficoltà: facile

Cottura: 40 minuti circa

Preparazione: 20 minuti

Ingredienti per 6 persone:

  • 120 gr di zucchero semolato fine
  • 100 gr di crema gianduia per la copertura
  • 120 gr di cioccolato fondente
  • 40 gr di burro
  • 30 gr panna liquida
  • 30 gr di farina “00”
  • 40 gr di fecola di patate
  • 30 gr di nocciole sgusciate e tostate
  • 3 uova
  • 60 gr di confettura di albicocche
  • 1 bicchierino di rhum

Preparazione:

  • Preriscaldare il forno a 180° vi servirà per cuocere la torta gianduia una volta pronto l’impasto.
  • Tritare le nocciole.
  • In un pentolino mettere 30 gr di cioccolato fondente con il burro e le nocciole tritate e fate sciogliere a bagnomaria.
  • Una volta sciolto il tutto lasciate in caldo mescolando di tanto in tanto per evitare che la superficie si solidifichi.
  • Separare gli albumi e montarli a neve.
  • In un’altra casseruola unire tuorli e zucchero, sbattendoli fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso.
  • Unire nella casseruola ai tuorli sbattuti con lo zucchero, gli albumi montati a neve, il cioccolato fuso e versare lentamente a pioggia anche farina e fecola di patate, amalgamando con cura.
  • Prendere una teglia di 22 cm di diametro, imburrarla, infarinarla e versare dentro il composto precedentemente ottenuto, livellate e infornate per circa 40 minuti.
  • Una volta cotta, togliete la torta Gianduia dal forno e lasciatela raffreddare.
  • Nel frattempo, in un pentolino versate la panna con i 90 gr di cioccolato fondente rimasto e fatelo sciogliere a fuoco lento.
  • Quando il composto comincia a bollire, spegnere il fuoco e lasciare raffreddare.
  • Preparate una bagna con il Rhum, acqua e zucchero, avendo cura di mescolare bene per far sciogliere lo zucchero.
  • Una volta che la torta Gianduia si sarà raffreddata, prendere un lungo coltello e tagliare orizzontalmente 3 dischi.
  • Inzuppare i 3 dischi ottenuti nella bagna che avete fatto con il Rhum.
  • Quindi su un vassoio per torte, poggiate lo strato inferiore della torta Gianduia e ricoprirlo con il composto di cioccolato fuso e panna, quindi poggiare sopra il secondo disco e ricoprirlo con la confettura di albicocche.
  • Mettere infine il terzo disco e ricoprire interamente la superficie della torta con la crema Gianduia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *