Divinity: bollicine made in Italy

Divinity1

Un lieve, piacevole brivido: è la sensazione che si prova sorseggiando una flute di bollicine.

Vino per eccellenza dell’amicizia e dell’amore, è un elegante e piacevole intermezzo che ci accompagna in tutte le tappe della nostra vita. Rappresenta lo stile ideale per brindare ad un incontro, ed è adatto a soddisfare anche i palati più esigenti.

E, non è forse vero che le bollicine fanno brillare lo spirito degli uomini e fanno luccicare gli occhi delle donne?

Ci sono nomi che identificano un prodotto: per gli spumanti di lusso lo è Divinity. L’azienda è un vero simbolo delle bollicine italiane all’estero. Il Franciacorta stesso è diventato uno dei vini simbolo del lusso e non solo per i costi: l’alta qualità, le uve particolari, la zona di produzione e la storia lo rendono il must-have assoluto per chi vuole festeggiare con stile ed eleganza.

Divinity: Luxury Cuvèe prodotte in modo tradizionale ed in vecchio stile

Le case francesi produttrici di Champagne, sono paragonabili alle Maison de l’haute couture con un loro inconfondibile gusto, un loro stile e le loro straordinarie collezioni. Oggi, anche Divinity rappresenta tutto questo! Il primo marchio di bollicine di lusso italiane ad aver tagliato il traguardo dell’eccellenza e del lusso nel mondo grazie alla produzione di 3 pregiatissime cuvèe prodotte in numero limitato e ad un marketing studiato al dettaglio.

Divinity, è simbolo assoluto di prestigio ed esclusività italiana. Prodotto in Italia in serie limitatissima – solo poche migliaia di esemplari l’anno – lo spumante nasce in Franciacorta, in una delle zone del “Bel Paese” a più spiccata vocazione spumantistica.

Studiato e costruito da un imprenditore romano in collaborazione con un’azienda locale, che per conto di Divinity produce un oro liquido tutto made in Italy da un’attenta e rigorosissima selezione di uve provenienti da tutta la regione.

Divinity è il nuovo lusso, la sua bottiglia dorata, il suo gusto, il suo marchio identificativo, hanno fatto sì che questo brand sia diventato la prima scelta di importanti imprenditori e star del jet set internazionale..

Ogni bottiglia di Divinity è unica, come il vestito cucito da un sarto. La sottile patina ottenuta con un bagno della bottiglia nel metallo, la rende riconoscibile, ma tale rivestimento è altresì garanzia di un prodotto che può essere fatto solo manualmente.

Stappando ogni bottiglia di Divinity si può apprezzare la scelta eccellente della qualità, la perizia, l’esperienza e la tradizione che deliziano il nostro spirito mentre il naso e la bocca gustano le sue note floreali, la sua cremosità e la sua lunga e setosa persistenza.

Tre le versioni:

Divinity Golden Vintage – 60% Pinot noir 40% Chardonnay

Il fiore all’occhiello di tutta la gamma, un singolare esempio di tradizione ed alta qualità. Eleganza e lunghezza caratterizzano il palato, in cui si ritrova un profumo ricco ed evoluto, con note di lievito, pasticceria e miele derivanti da un lungo affinamento in bottiglia e in barriques di rovere francese. Dal colore giallo paglierino tendente al dorato, ha un perlage fine e persistente. Ha un sapore intenso, armonico e strutturato, con retrogusto di vaniglia e una lunghissima persistenza. L’insieme presenta una grande purezza e una superba lunghezza, cui la sottile effervescenza conferisce una texture raffinata e un’acidità al contempo vibrante e setosa.

Divinity Supreme Rosè – 85% Pinot Noir 15% Chardonnay

Una miscela unica di Pinot Noir e Chardonnay con un bellissimo color salmone delicato, dai riflessi leggermente aranciati. L’effervescenza è vivace e leggera, con un perlage fine ed elegante. Si presenta al naso fresco e delicato combinando un profumo delicato e persistente, caratterizzato da note di frutti di bosco ed agrumi. Alla degustazione l’attacco è nitido e pieno, allietato da una dolce effervescenza. Gli aromi di frutti rossi appena colti si esprimono pienamente.

Divinity Supreme Brut – 20% Pinot Noir 20% Pinot Blanc 60% Chardonnay

Brillante e limpido di colore giallo con riflessi dorati. La luminosità è notevole, l’effervescenza sostenuta, con un perlage molto persistente. All’esordio, il vino si presenta sapido, fresco ed elegante, con una dolcezza ben bilanciata ed un retrogusto persistente ed armonico. Il secondo esame olfattivo rivela un profumo intenso e fragrante, con delicate sensazioni floreali alle quali si aggiungono i profumi derivanti dalla lisi del lievito che ricordano la crosta di pane e il biscotto. L’attacco al palato è molto nitido. Il vino è equilibrato, assai rotondo e polposo. Il finale è lungo, il dosaggio ben integrato lascia il posto alla freschezza caratteristica dello Chardonnay, molto presente nell’assemblaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *