Cornucopia Obsession: porn food e arte in “tavola” a “Il Margutta” a Roma

Il ristorante “Il Margutta vegetarian food & art”, in via Margutta 118, a Roma, inaugura nei suoi spazi una nuova straordinaria mostra didicata al cibo da manngiare con gli occhi: Cornucopia Obsession, porn food e arte, visitabile gratuitamente fino al 10 febbraio 2016.

PHITOSOPHIA di Elio Varuna

Avete mai sentito parlare della nuova social mania che sta spopolando: il porn food? Ovvero ʺCibo da mangiare con gli occhiʺ, tutti quegli scatti fotografici raffiguranti il cibo, che giornalmente persone di tutte le età condividono sulle pagine dei loro social network.

Ebbene la titolare de “Il Margutta“, Tina Vannini, sempre attenta all’arte e a tutte le nuove tendenze, non poteva perdere l’occasione di ospitare una mostra su questo tema nei suoi splendidi e gustosi spazi espositivi.

Marco Colletti, Tina Vannini e Francesco Bancheri
Marco Colletti, Tina Vannini e Francesco Bancheri

Così aiutata dalla fidata Francesca Barbi Marinetti, imprenditrice culturale, in collaborazione con la Galleria Federica Ghizzoni, ha raccolto le opere di sette differenti artisti, proponendo altrettante chiavi di lettura del food porn, nella collettiva Cornucopia Obsession, visitabile gratuitamente, presso il ristorante, fino al 10 febbraio 2016.

Uno splendido viaggio attraverso la tavola italiana, dalla sua dimensione privata a quella più spettacolare che la trasforma in vere e proprie opere d’arte ed è proprio ciò che hanno fatto Francesco Bancheri, Sara Baxter, Daniele Carnovale, Marco Colletti, Shanti Ranchetti ed Elio Varuna, i sette artisti che hanno risposto alla chiamata di Tina Vannini e Francesca Barbi Marinetti.

Francesca Barbi Marinetti e Marco Colletti
Francesca Barbi Marinetti e Marco Colletti

Con le loro opere ci raccontano tutti i contrasti del cibo, inteso come nutrizione e come abbondanza, piacere e condanna, tradizione e globalizzazione, che spesso si trasforma in autentica ossessione.

Una mostra coinvolgente, divertente, che regala fantastiche esperienze sensoriali non solo visive ma quasi olfattive, attraverso le opere di Francesco Bancheri, che propone primi piani ravvicinati di fiori e cibo, attraverso collage di buste e ritagli di giornali, che fa riflettere sul consumo del cibo con i quadri di Daniele Carnovale o sull’opulenza del cibo con le opere di Elio Varuna, che ci riporta ai sapori dell’infanzia con i dolci balocchi dai colori squillanti di Marco Colletti (L’Ile des Charmes II).

Francesco Bancheri
Francesco Bancheri
Duel - Daniele Carnovale
Daniele Carnovale – Duel

E ancora ci incantiamo con il cibo in salsa pop delle opere di Sara Baxter Shanti Ranchetti, che con le sue pin-up vuole esasperare il rapporto dolce-amaro tra appetito sessuale e gastronomico.

Shanti Ranchetti - hot corn
Shanti Ranchetti – hot corn

Insomma una mostra letteralmente da mangiare con gli occhi! E se vi sarà venuta fame potrete soddisfare i vostri palati con gli squisiti manicaretti vegetariani de “Il Margutta”. Buon appetito!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

What City Do You See?