Come ottenere un’abbronzatura dorata e sicura: mini guida per adulti e bambini

Siete in partenza per le vacanze? Ecco una mini guida per adulti e bambini su come ottenere un’abbronzatura dorata, uniforme e soprattutto sicura dall’alimentazione alla scelta di creme solari (prezzi inclusi), protettive e abbronzanti.

abbronzatura-perfetta-adulti-bamibi

Finalmente le tante sospirate vacanze sono arrivate ed eccoci di nuovo alle prese con la questione abbronzatura! A questo proposito ecco una mini guida per ottenere un’abbronzatura perfetta e uniforme nel rispetto della salute e della bellezza della pelle: dall’alimentazione alla preparazione della pelle prima di esporsi al sole, alle creme solari da utilizzare passando per trucchi e consigli per un’abbronzatura rapida.

Infatti esporsi al sole senza un’adeguata protezione e accorgimenti giusti, non soltanto concorre all’invecchiamento precoce della nostra pelle (fotoinvecchiamento), ma può causare problemi ben più gravi come il melanoma. Quindi prendete nota di quali sono le cose corrette da fare per godersi il sole serenamente senza correre inutili rischi.

La ricetta dell’abbronzatura perfetta inizia a tavola!

Esporsi al sole è sicuramente fondamentale per abbronzarsi, perché è quest’ultimo che stimola la naturale produzione di melanina nel nostro corpo, sostanza che protegge dalle radiazioni ultraviolette del sole oltre a far diventare scura la nostra pelle. Ma per ottenere più rapidamente (ci si abbronza di più nella metà del tempo) e in maniera duratura il colorito dorato e sano che tanto desideriamo, occorre fare il pieno di beta-carotene, un pigmento che accumulandosi nel tessuto adiposo e nella cute, dona alla pelle il caratteristico colore arancione, che unendosi al colore bruno della melanina, contribuisce a farci ottenere rapidamente una colorazione intensa e duratura.

cibi-betacarotene

Il beta-carotene si trova nelle carote (basta mangiarne 100 gr al giorno), nei pomodori, nei peperoni, nella lattuga, nella cicoria,  nella zucca gialla, nelle albicocche (anche di queste ne bastano 100 gr al giorno), nelle fragole, nel cocomero, nel melone, nelle ciliegie e ancora se non siete amanti di frutta e verdura potete mangiare 50 gr al giorno di parmigiano reggiano, grana padano, caciocavallo oppure pecorino.

Anche l’idratazione della pelle è importante quindi non dimenticate di bere tanta acqua prima, durante e dopo l’esposizione al sole.

Infine, per prolungare l’abbronzatura è consigliabile l’assunzione di alimenti quali latte e pesce, che contengono Omega 3 e Omega 6, sostanze fondamentali per la formazione e la sintesi di collagene e rilastina che rendono la pelle elastica e nutrita.

Preparare la pelle prima per l’esposizione al primo sole.

La prima cosa da fare prima di esporsi al sole è liberare la nostra pelle dalla patina grigia e spenta che i lunghi mesi invernali hanno depositato. Quindi si deve iniziare eliminando le cellule morte e liberando così i pori con uno scrub profondo da fare almeno una volta al mese.

scrub zucchero di canna e limone

Importante dopo lo scrub, idratare profondamente la pelle per farla riprendere dopo il trattamento esfoliante ed aspettate almeno 24 ore prima di esporvi al sole, perché essendo lo scrub un trattamento d’urto può, in alcune zone particolarmente delicate, arrossare la pelle.

Accorgimenti per le prime esposizioni al sole.

Una volta preparata adeguatamente la pelle per i primi bagni di sole, è bene ricordare che occorre esporsi progressivamente evitando le ore più calde della giornata (dalle 12 alle 16) e che la melanina impiega in media 48 ore per iniziare a scurire la pelle, dunque non abbiate fretta ed evitate le lunghe esposizioni al sole. Perché se da una parte il sole ha parecchi effetti benefici sull’organismo agendo da vera e propria terapia (migliora l’umore, attenua i dolori articolari, stimola il tono fisico e muscolare, aiuta a curare particolari malattie della pelle come la psoriasi), dall’altra può diventare pericoloso causando malesseri dovuti a colpi di calore, patologie cutanee e non solo, problemi alla vista, quindi indossate sempre occhiali da sole con lenti appropriate.

Applicate adeguati prodotti protettivi, adatti al vostro fototipo, ipoallergenici e rispettosi del ph naturale della cute per evitare irritazioni cutanee ed eritemi, soprattutto con la pelle delicata dei bambini .

abbronzatura-perfetta-protezione

Tutti accorgimenti da adottare anche e a maggior ragione in caso di vento, cielo leggermente nuvoloso o superfici riflettenti come sabbia molto chiara e acqua, perché sono tutte situazioni che riducono la percezione del calore e di conseguenza ci espongono ad un maggior rischio.

Importante infine quando si torna a casa, dopo la doccia, applicare un buon prodotto doposole per restituire freschezza e idratazione alla pelle.

La scelta della crema solare.

Durante l’esposizione al sole quindi la pelle va protetta sia che ci si trovi al mare, in montagna, al lago oppure in piscina o che si passeggi tra le bellezze di una città d’arte, anche quando il cielo è coperto, perché le nuvole non ostacolano i raggi del sole quindi il rischio di scottature resta alto.

Le creme solari fungono proprio da schermo per salvaguardare l’epidermide dagli effetti dannosi dei raggi ultravioletti (UV) provenienti dal sole come l’invecchiamento precoce e favorire al contempo l’abbronzatura. La loro azione, una volta applicate, dura in media un paio d’ore, le waterproof resistono di più ai bagni, ma si consiglia comunque di riapplicarle non appena si esce dall’acqua.

abbronzatura-perfetta-creme-solari-1

Meglio optare, soprattutto nei primi giorni, per un fattore di protezione il più alto possibile da scegliere in base al vostro tipo di incarnato (pelle olivastra o bianco latte) e applicare con un massaggio per facilitarne l’assorbimento. Con il passare dei giorni e man mano che la pelle diventa più scura, potete ovviamente ridurre via via il fattore protettivo.

Ormai in commercio se ne trovano davvero tutti di tutti i tipi dalle classiche a quelle con texture più innovative che si assorbono rapidamente, non ungono e spesso lasciano anche una piacevole sensazione di freschezza sulla pelle.

Scopriamo insieme nella gallery quali sono le varie proposte per quest’estate delle case cosmetiche per farci abbronzare in totale relax.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Se avete una carnagione scura non è necessario che usiate una protezione molto alta per evitare scottature o danni alla pelle, basta infatti un solare con fattore Spf 20, l’importante è essere metodici e puntuali nel ripetere l’applicazione ogni due ore e spalmare bene cercando di non tralasciare neanche il minimo centimetro quadro di pelle.

Come proteggere la pelle dei bambini sotto il sole.

Per quanto riguarda i bambini, si sa che la loro pelle è sensibile e delicata molto più di quella di un adulto, quindi a meno che non siate di quei genitori che tengono i propri figli in spiaggia con magliette a maniche lunghe, pantaloni e cappellini in modo da evitare qualsiasi tipo di esposizione, dotatevi di creme solari studiate appositamente per la pelle dei più piccoli.

mini-guida-abbronzatura-per-adulti-e-bambini

Ormai in commercio se ne trovano di facile applicazione che idratano e proteggono la cute senza far attaccare la sabbia e che si possono applicare anche sulla pelle bagnata. Nella gallery vi presentiamo solari di diverse tipologie con formulazioni studiate appositamente per i bambini.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Poi come per gli adulti occorre evitare anche per loro le fasce orarie centrali della giornata dalle 11 alle 16 in cui il sole picchia di più, riparare la testa con bandane o cappellini, applicare la crema ogni due ore o subito dopo il bagno e cercare di farli bere affinché sudando non rischino di rimanere disidratati. E una volta a casa dopo il bagnetto, non dimenticate di reidratare la loro pelle con un ottimo doposole.

Abbronzatura dorata anche in città.

E chi invece resta in città oppure al mare e alla montagna preferisce le città d’arte ma non per questo vuole rinunciare alla tintarella?

abbronzatura-perfetta-anche-in-città-autoabbronzanti

Ecco che ci vengono in aiuto gli autoabbronzanti nei formati più disparati per ottenere un risultato uniforme e super personalizzato. Infatti per venire incontro ai gusti e alle esigenze di ognuno, in commercio se ne trovano davvero di tutti i tipi: in crema, spray o formato salvietta. L’importante per ottenere un risultato il più naturale possibile è di applicarli con criterio e parsimonia senza esagerare con le quantità. In molti casi ne basta una goccia mescolata con la vostra crema corpo o viso quotidiana per donare alla vostra pelle un colorito sano e uniformemente abbronzato.

Se non li avete mai usati e volete qualche consiglio potete sempre approfondire con il nostro articolo dedicato proprio agli autoabbronzanti… e buona tintarella a tutti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *