Chirurgia plastica: i trend più caldi del momento

Gli ultimi trend in fatto di chirurgia plastica: mastoplastica in testa, gluteoplastica in crescita per lei, ginecomastia per lui

chirurgiaParticolarmente nel campo della chirurgia plastica estetica in Europa si guarda agli USA, per le tecniche innovative in continuo movimento. I dati sono sempre diffusi dall’American Society of Plastic Surgeon, associazione che si occupa di monitorare la chirurgia plastica, che pubblica annualmente i rapporti, le analisi dei dati e le tendenze degli americani negli ultimi 15 anni. Partendo dall’anno 2000, momento in cui la chirurgia plastica è entrata davvero in voga, fino al 2015, l’associazione ha rilevato il trend in aumento della chirurgia plastica, registrando cifre da capogiro sia che si tratti di un semplice intervento di lifting al viso, per eliminare rughe e vari segni dell’età, o una ricostruzione del naso, o ancora un intervento di liposuzione.

Tra le donne, gli “interventi preferiti” sono sicuramente quelli al seno, con la mastoplastica additiva e mastopessi (l’intervento di risollevamento del seno) in primis, ma si registra negli ultimi anni un’attenzione particolare anche verso altre aree del corpo precedentemente “trascurate”, come i glutei. Il fenomeno della gluteoplastica, prima diffuso quasi esclusivamente in Brasile, è dato sempre più in crescita e molte sono le donne di tutte le età che ricorrono a interventi per ridefinire, alzare o “gonfiare” le natiche, tramite anche la tecnica del lipofilling.

Negli uomini, invece, sta prendendo piede una fenomeno che difficilmente avrebbe potuto essere previsto in passata: la riduzione del seno e, quindi, l’intervento di ginecomastia. Sembra quasi un paradosso: l’uomo preferisce le donne dal seno prosperoso, ma su di sé non ne desidera nemmeno un minimo in più. Negli Stati Uniti il ricorso alla chirurgia plastica per eliminare l’adipe di troppo che si accumula nella zona toracica ha superato le decine di migliaia.

Le tecniche chirurgiche più utilizzate sono la microliposuzione tradizionale o ultrasonica per le ginecomastie prevalentemente adipose, oppure la morcellazione artroscopica, utilizzando tecniche endoscopiche per una rimozione ghiandolare prevalentemente fibrosa retroareolare, oppure una tecnica con incisione periareolare che consente di rimuovere il tessuto adiposo e ghiandolare della regione mammaria oltre al rimodellamento della cute in eccesso.

Si può affermare, quindi, con sicurezza, che la chirurgia estetica non è appannaggio solo delle donne. E’ aumentata, infatti, anche nell’uomo, l’attenzione all’aspetto estetico e, di conseguenza, la propensione a sottoporsi a un intervento di chirurgia plastica (anche se, ovviamente, l’aumento del target maschile è ben lungi dallo spodestare le signore dal primo posto). Gli esperti definiscono esponenziale la crescita di questo settore e riconoscono che, complici di tutto ciò sono, ovviamente i modelli di bellezza imposti dalla TV odierna tanto, per gli uomini quanto per le donne.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *