Cheiloplastica: l’intervento per labbra a prova di bacio

cheiloplastica

La cheiloplastica, è un intervento chirurgico volto a migliorare esteticamente un labbro e può essere riduttiva o additiva.

Il primo termine è riferito a chi desidera ridurre il labbro, in genere riservato alle pazienti che, dopo un trattamento con filler sintetici, decidono di rimuoverlo per ovvi motivi estetici.

La cheiloplastica intesa ad aumentare verticalmente il vermiglione (parte rossa del labbro) si riserva alle pazienti con labbra particolarmente sottili.

L’intervento chirurgico si svolge in regime ambulatoriale o in Day hospital (in base alle esigenze della paziente). La tecnica chirurgica prevede l’incisione nella parte interna del labbro e il successivo scollamento e avanzamento della mucosa con applicazione di punti riassorbibili.

Nei giorni a seguire il labbro risulta tumefatto e livido in maniera non prevedibile. Il dolore post trattamento è facilmente controllabile con i comuni analgesici.

Nell’immediato post operatorio le labbra possono mostrare alterazioni di forma e di simmetria. Un primo risultato è visibile dopo 20 giorni circa.

Questo intervento è volto ad aumentare l’altezza della parte rossa (mucosa) della bocca, per il volume diventa d’obbligo affidarsi a sostanze riempitive.

Per l’aumento volumetrico in termini di turgore è necessario affidarsi a prodotti in grado di riempire la mucosa labiale. Oggi viene utilizzato prevalentemente acido ialuronico o iniezioni di grasso, mediante tecnica di lipofilling.

L’intervento chirurgico si svolge in regime ambulatoriale.

Per maggiori informazioni:

www.erminiomastroluca.it oppure info@erminiomastroluca.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *